Adesione dell'AOI all'Istituto Autodisciplina Pubblicitaria IAP

27.02.2017 12:16

Quali soci e componenti del Consiglio nazionale dell'Associazione delle Ong Italiane (AOI), riceviamo e volentieri pubblichiamo

Cari soci, 

con soddisfazione vi segnalo il comunicato stampa (qui) che informa che AOI è socia IAP, Istituto Autodisciplina Pubblicitaria (qui il sito web). 
Con questo risultato è stato portato a termine un percorso durato un anno e più, intrapreso insieme a Link 2007, avviato per sostenere e rafforzare il messaggio importante di una comunicazione 'eticamente trasparente, corretta e socialmente sostenibile'. AOI non si vuol contrapporre ad alcun soggetto altro del mondo ong che abbia scelto altre strade comunicative. AOI ha consapevolmente scelto, come rappresentanza sociale ampia e importante, stimolata dai suoi stessi soci, di non promuovere usi strumentali delle immagini cosiddette 'forti' nelle campagne e nei messaggi di solidarietà e raccolta fondi. L'Educazione alla Cittadinanza Globale, lo ha sostenuto e ribadito anche Laura Frigenti, Direttrice dell'AICS di recente,  dece sempre più essere al centro della mission della cooperazione italiana: lo è sicuramente per AOI e per le sue ong/osc socie, tutti voi, ed è su questo punto che occorre andare avanti e impegnarsi. A partire da un lavoro condiviso nelle scuole, nei luoghi di socialità, attraverso i media e i mezzi di informazione, soprattutto i social, si costruisce cultura di pace e solidarietà, si sensibilizza sul tema della giustizia globale. Insieme ai colleghi soci di Link 2007 abbiamo fatto una scelta impegnativa aderendo allo IAP: adesso sarà più forte il messaggio comune per una cooperazione e solidarietà internazionale del mondo non governativo,autorevole anche nelle risposte a quei media che attaccano il nostro lavoro e la nostra azione e soprattutto nel confronto con i donatori, pubblici e privati.
Ringrazio per il tenace impegno Nino Santomartino, artefice prioritario di questo risultato. A disposizione per ogni chiarimento o informazione, ribadisco che questo è uno strumento che AOI mette a disposizione del corpo associativo, ripeto, senza volontà alcuna di contrapposizione a chi non condivide appieno nel nostro mondo solidale le posizioni da noi espresse. Siamo disponibili da sempre ad un confronto e una collaborazione con tutti.
Un caro saluto,

Silvia Stilli