La Foresta tropicale, regno della Biodiversità - Diario do Centro do Mundo - terzo articolo di Giorgio Pagano

14.07.2015 10:34

Siamo arrivati al Parco Naturale di Obò, la riserva naturale di Sao Tomè e Principe, partendo dalla “roça” di Ponta Figo. Le “roças” sono le piantagioni agricole coloniali, nazionalizzate dopo l’indipendenza del 1975, dal 1992 privatizzate, concesse cioè a piccoli e medi agricoltori. La privatizzazione è stata di fatto una parcellizzazione: un ettaro e mezzo per famiglia, in qualche caso 5, massimo 10 ettari. I contadini lavorano per la sussistenza. Ponta Figo, come tutta l’isola, è ricca di cacao, considerato tra i migliori del mondo. Fu introdotto a Sao Tomè nel 1822 e a Principe nel 1855. Ma la coltura e la coltivazione di un cacao così speciale sono rese possibili dal mantenimento della “Floresta de Sombra” (Foresta d’Ombra), che protegge le piante.  

La foresta tropicale,regno della biodiversit.doc (25088)