LAND GRABBING IN MADAGASCAR - DA INTERNAZIONALE

26.03.2014 10:24

L' accaparramento di terra non è un fenomeno nuovo. Per secoli, l'assicurarsi il controllo dei territori e delle risorse naturali ad essi collegate è stato il Leitmotiv che ha guidato l'espansione coloniale. Interi Stati sono stati fondati proprio scacciando le persone dalle loro terre.

Tuttavia le varie crisi convergenti esplose negli ultimi anni hanno innescato una nuova corsa globale all'accaparramento di terre, portando a quasi 227 milioni gli ettari di terra venduti, affittati o concessi in uso a soggetti altri rispetto alle comunità locali che su quelle terre vivono e grazie ad esse sopravvivono1.

Le conseguenze sono note. L'accaparramento di terre inibisce le possibilità di accesso alla terra e alle risorse ad essa collegate per le comunità locali; inficia la capacità di produrre per il consumo, locale trasformando sistemi socio-economici tradizionali ed ecosostenibili in decontestua­lizzate macchine per la produzione di cibo ed energia su scala industriale; 

LAND GRABBING IN MADAGASCAR_INTERNAZIONALE.doc (44544)

Booklet-Grabbing.pdf (1185407)