Progetto “Moschee aperte”, organizzato dal Secolo XIX insieme ai centri islamici genovesi, si svolgerà domenica 13 dicembre e domenica 20 dicembre.

10.12.2015 10:47

Genova - Per la tolleranza, contro la cultura del sospetto. Per il dialogo, contro le ombre della paura.I centri islamici genovesi “ si aprono” alla città per due domeniche consecutive.

I luoghi di culto islamici sono aperti sempre, a tutti, ogni giorno dell’anno. Nelle prossime due domeniche ospiteranno iniziative particolari: visite guidate, laboratori per bambini e incontri pubblici, tra un tè o un piatto preparato dalle comunità islamiche.

Il progetto “Moschee aperte”, organizzato dal Secolo XIX insieme ai centri islamici genovesi, si svolgerà domenica 13 dicembre e domenica 20 dicembre.

Ad accogliere i visitatori, gli imam e le comunità di fedeli dei centri islamici, con tè e dolcetti. Previsti anche laboratori per bambini dai 6 ai 12 anni. Il primo, domenica 13, sarà dedicato alla narrazione. Profughi ospiti di Genova racconteranno storie della tradizione islamica e mediorientale.

Il secondo, domenica 20, sarà dedicato alla scrittura: i bimbi impareranno a scrivere il proprio nome e laparola pace con i caratteri dell’alfabeto arabo.

A chiudere le giornate due incontri pubblici tra “Oriente e Occidente”, in cui i visitatori potranno gustare focaccia genovese (rigorosamente senza strutto), cibi e bevande preparate dalle comunità islamiche.

«Le sale di preghiera sono sempre aperte, in ogni giorno dell’anno - dice l’imam Salah Husein - Ma con queste due giornate la comunità islamica genovese intende contribuire alla riscoperta di quella fratellanza umana che oggi appare soffocata e chiusa su se stessa. Siamo tutti ugualmente addolorati e ugualmente offesi da ogni forma di violenza, da ogni forma di odio e di discriminazione, siamo sensibilmente preoccupati da una situazione internazionale e una pressione mediatica che ci vuole divisi e diffidenti. Per questo la comunità islamica genovese apre le porte dei suoi luoghi di culto e delle associazioni che quotidianamente accolgono i fedeli musulmani in preghiera e in riflessione. Oggi la comunità islamica apre al confronto e i luoghi di culto diventano luoghi di incontro, in cui crescere e trovare la pace».

Il programma degli eventi del progetto “Moschee aperte” è già sulla pagina Facebook del nostro quotidiano.

IL PROGRAMMA:

13 Dicembre

Tutte le Moschee

 

h 16:00 > 18:00 / APERTURA centri di preghiera islamici: tè, dolci e visita guidata con gli Imam 

Centro Culturale Khalid Ibn Walid, vico dei Fregoso 52/R 

h 16:00 > 18:00 / LABORATORIO DI NARRAZIONE PER BAMBINI dai 6 ai 12 anni 
I profughi ospiti di Genova raccontano fiabe e storie della cultura mediorientale.
A cura di: C.S. IL FORMICAIO, CE.STO/GIARDINI LUZZATI 
Info e prenotazioni: maluguru@hotmail.com / rosalinda.catalfo@hotmail.it

h 18:00 > 18:30 / RACCONTI 
I bimbi presentano le loro storie al pubblico 

h 18:30 > 19:30 / INCONTRO IN MOSCHEA TRA ORIENTE E OCCIDENTE 
tè, degustazioni e chiacchiere per bambini e adulti 

h 19:30 / ARRIVEDERCI al 20 dicembre! 

20 Dicembre

Tutte le Moschee

h 16:00 > 18:00 / APERTURA MOSCHEE: tè, dolci e visita guidata con gli Imam

h 15:30 > 18:00 / PASSEGGIATA INTERCULTURALE GUIDATA 
Alla scoperta del Centro Storico e della Comunità Islamica con i racconti dei ”nuovi cittadini”. Il percorso parte dalla Commenda di Prè, fa tappa in due centri islamici della città vecchia e si conclude nel centro islamico di via Sasso 
a cura di VIAGGI SOLIDALI in collaborazione con ACRA nell’ambito di MIGRANTOUR 
Info e prenotazioni: migrantour.genova@viaggisolidali.it / tel. 3423998171

Centro Culturale Islamico di Genova, via G.B. Sasso 13

h 16:00 > 18:00 / BABELE: LABORATORIO DI SCRITTURA ARABA PER BAMBINI dai 6 ai 12 anni. I bambini imparano a scrivere il proprio nome e la parola pace in arabo. 
A cura di: C.S. IL FORMICAIO, CE.STO/GIARDINI LUZZATI 
Info e prenotazioni: formicaio@coopillaboratorio.it

h 18:00 > 18:30 / ESPOSIZIONE 
I bimbi presentano i loro lavori al pubblico

h 18:30 > 19:00 / SEGNI DI PACE 
Scambio di saluti tra gli Imam e i rappresentanti dell’Arcidiocesi di Genova, della Comunità ebraica genovese e della Chiesa Cristiano-Ortodossa della città

h 19:00 > 20:00/ INCONTRO IN MOSCHEA TRA ORIENTE E OCCIDENTE tè, degustazioni e chiacchiere per bambini e adulti

h 20:00 ARRIVEDERCI AL 2016!

 

centri islamici e sale di preghiera 
Associazione culturale islamica Sostenitori del bene, via Costantino Reta, 6/R 
Associazione Masgid Al Fagr, piazza Durazzo 83-85/R 
Centro Culturale del Centro Storico, vico del Fornaro, 1-3/R 
Centro Culturale Khalid Ibn Walid, vico dei Fregoso, 52/R 
Centro Culturale Islamico di Genova, via G.B. Sasso, 13 
Centro Culturale Islamico di Via Prè Assadaqa, Via Prè, 73 
Centro Culturale Islamico Masijd Assalam, vico Amandorla 8
 


Progetto a cura di Pablo Calzeroni per Il Secolo XIX con i centri culturali islamici genovesi 

in collaborazione con U-Boot Architettura Paesaggio Ricerca, Il Formicaio, Ce.Sto, Viaggi Solidali, Acra e con il supporto di Associazione Panificatori Genova e Provincia e Nabil Sharif, interprete e traduttore ufficiale 
(araboinfo@gmail.com)