Storie cooperative dal mondo - Dalla Toscana alla Tanzania: agricoltura sostenibile per uno sviluppo locale integrale

02.11.2015 16:29
 
 

Solo qualche albero di acacia e alcuni arbusti interrompono le distese infinite di erba nei dintorni del villaggio Itigi. In questo scenario, che al calar del sole si tinge di rosso fuoco, Cooperativa Agricola di Legnaiaassieme ai padri del Preziosissimo Sangue e alla Facoltà (oggi Scuola) di Agraria di Firenze, ha avviato un progetto simbolo di una nuova forma di solidarietà: quella che viene portata avanti dalle persone del posto, i veri fautori e responsabili del proprio sviluppo.

 

Il progetto Tanzania, nel corso dei 9 anni di attività, ha fatto da fulcro per la formazione di collaborazioni più o meno formali che hanno permesso di raggiungere risultati al di sopra di ogni aspettativa, mostrando quanto, nel pieno spirito cooperativistico, l’unione per un ideale comune possa fare la differenza.

[Continua a leggere]
 
PARTNERHSIP PUBBLICO-PRIVATO PER UNA BUONA INTERNAZIONALIZZAZIONE
Il 21 ottobre Coopermondo, in partnership con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e all'interno di Cascina Triulza, di cui Confcooperative è official sponsor, ha organizzato una conferenza che ha visto ospiti istituzionali e internazionali per discutere come realizzare progetti a lungo termine per uno sviluppo sostenibile e inclusivo dei territori che coinvolga le comunità locali, le istituzioni e le imprese. 
 
GUARDA IL VIDEO DELL'EVENTO 
Scarica le presentazioni dei relatori
Scopri lo Storify!
 
 
E' l'ultima ricerca pubblicata dal gruppo di esperti sulla cooperazione allo sviluppo di Cooperatives Europe. Nel testo emerge il contributo di Coopermondo, che ha contribuito alla redazione dello studio con diversifocus sulla normativa italiana e l'impegno del movimento cooperativo italiano nella cooperazione internazionale. 

L'obiettivo di questo studio è rafforzare la collaborazione tra le cooperative e le istituzioni dell'UE, illustrando le attività di sviluppo intraprese dalle cooperative nei confronti dell'Unione europea, così come le partnership esistenti, le sfide che dovranno essere affrontate e i possibili miglioramenti. 
SCARICA LO STUDY (in inglese)
 
In breve...
 
La Vicepresidente di Coopermondo, Claudia Fiaschi, ha effettuato una missione presso la sede istituzionale dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) a Ginevra il 22 ottobre 2015 dove ha incontrato Simel Esim, direttrice dell'Unità Cooperativa dell'ILO,
ha tenuto un workshop di presentazione del sistema di welfare cooperativo italiano e ha avviato un dialogo strategico per iniziare un percorso di collaborazione tra le due organizzazioni in materia di cooperazione nei Paesi in via di Sviluppo.
 
Il Direttore di Coopermondo, Danilo Salerno, ha partecipato al III Forum sullo Sviluppo Locale delle Nazioni Unite a Torino il 21 ottobre. Esempio delle sinergie che possono nascere da una più stretta collaborazione con i territori, bisogna ringraziare Confcooperative Piemonte che ha facilitato l'inserimento di Coopermondo nel Comitato Promotore del Forum.
E' stata l'occasione per raccontare, a un audience internazionale, l'esperienza del modello cooperativo italiano nei processi di cooperazione internazionale. Al Forum hanno partecipato oltre 2.000 delegati (rappresentanti del Governo, agenzie di sviluppo, Enti Locali) dai Paesi in via di Sviluppo.