UNIONE EUROPEA: Coinvolgere i privati nella Cooperazione, le Ong sono scettiche

27.05.2014 16:14

ROMA - La proposta dell'UnioneEuropea di promuovere il ruolo degli investimenti privati per finanziare gli aiuti umanitari e l'intervento diretto delle compagnie private nei programmi di sviluppo rischia di mettere il profitto davanti alle necessità delle nazioni più povere al mondo. E' questo, in estrema sintesi, il timore delle Ong di tutta Europa, dopo che la Commissione martedì ha presentato un documento, "A stronger role in the private sector in achieving inclusive and sustainable growth in developing countries", dove sottolinea il ruolo fondamentale che il settore privato può avere nella lotta alla povertà, creando nuovi posti di lavoro nei Paesi in via di sviluppo. 

Documento dell'Unione Europea: psd-communication-2014_en.pdf (117790)

Reazione di Concord: CONCORDs_reaction_to_PS_communication_130514.pdf (492217)

Qui sotto posizione di Francesco Petrelli di Concord Italia su Repubblica

 

http://www.repubblica.it/solidarieta/cooperazione/2014/05/22/news/unione_europea_coinvolgere_i_privati_nella_cooperazione_ma_le_ong_temono_che_i_profitti_prevalgano_sulla_solidariet-86879118/