ADESIONE DIGIUNO PER LA PACE PROMOSSO DA PAPA FRANCESCO, MERCOLEDÌ 2 MARZO E MANIFESTAZIONE NAZIONALE PER LA PACE A ROMA, SABATO 5 MARZO

01.03.2022 16:19
 
Roma, 1 marzo 2022
 
Alle organizzazioni associate dell'Associazione Ong Italiane (AOI)
 
AOI ha aderito e sostenuto la manifestazione di sabato 26 febbraio scorso a Roma e vi ha partecipato anche attraverso la presenza di organizzazioni socie.
 
Ieri sera alla trasmissione Presa Diretta su RAI3 è stato lanciato da Francesco Vignarca, Portavoce di RIPD, Rete Italiana Pace e Disarmo, di cui AOI fa parte, il nuovo appello per una mobilitazione ‘in due tempi’:
 
- la partecipazione al digiuno lanciato da Papa Francesco per domani 2 marzo, cui già AOI ha aderito;
 
- la manifestazione nazionale contro la guerra, che si terrà a Roma sabato prossimo 5 marzo, in contemporanea con altre importanti piazze europee.
 
Il movimento pacifista ucraino ieri ha divulgato un appello accorato per la pace e contro l’invio di armi per cui Europa e Italia si sono impegnate.
Eccolo:
 
“...Il Movimento Ucraino per la Pace condanna tutte le azioni militari della Russia e dell’Ucraina nel contesto dell’attuale conflitto. Condanniamo la mobilitazione e l’escalation militare dentro e fuori l'Ucraina, comprese le minacce di guerra nucleare…Pertanto, siamo determinati a non sostenere alcun tipo di guerra e a lottare per l’eliminazione di tutte le cause della guerra. È difficile rimanere calmi e tranquilli ora, ma con il sostegno della società civile globale è più facile. Gli amici da molti Paesi stanno manifestando e promuovendo attivamente la Pace con mezzi pacifici. Ne siamo profondamente grati e ispirati. Sfortunatamente, i padroni della Guerra stanno promuovendo la loro agenda in tutto il mondo. Chiedono aiuti militari all’Ucraina e sanzioni economiche alla Russia. Non mandate armi qui in Ucraina, serve adesso rafforzare il dialogo e i negoziati tra le parti…”
 
Ieri si è riunito l’Esecutivo di RIPD, Rete Pace e Disarmo, di cui AOI fa parte, per valutare la possibilità di una manifestazione, in rete con altre piazze europee che si stanno organizzando, e in contemporanea, per sabato 5 marzo, allargando il più possibile la lista delle organizzazioni promotrici.
 
Il testo dell’appello è semplice e riprende le parole d’ordine della piattaforma che ha organizzato la manifestazione di Roma e in tante città italiane sabato scorso 26 febbraio.
 
Con questo testo nel pomeriggio di oggi si andrà ad un incontro più ampio cui già stanno aderendo molte organizzazioni.
Domani potrebbe uscire un appello ampliato, l’obiettivo è un’azione di grande inclusione.
 
Per quanto riguarda gli interventi dal palco, si punta a dare voce alle testimonianze dirette e indirette di chi sta agendo in Ucraina, Russia e ai confini dove arrivano le persone in fuga dalle aree di guerra.
 
Personalmente, contatterò nelle prossime ore le organizzazioni socie più impegnate sia negli aiuti nel Paese martoriato dalla guerra, nelle città Ucraine, sia ai confini, appunto, in azioni di accoglienza.
 
AOI si è esposta anche attraverso la presenza nelle piazze di voi organizzazioni aderenti.
 
ADESSO SERVE UNA MASSICCIA ADESIONE ALLA GIORNATA DI DIGIUNO DI DOMANI 2 MARZO IN SOSTEGNO ALL’APPELLO DI PAPA FRANCESCO E LA GARANZIA DI ADESIONE ALL’APPELLO E PARTECIPAZIONE ALLA MANIFESTAZIONE DI SABATO 5 MARZO A ROMA.
 
La voce delle persone perbene che dicono STOP ALLA GUERRA deve essere chiara e forte e noi soggetti solidali impegnati accanto alle vittime di ingiustizia, violenza, povertà, fame e guerra in tutto il mondo non possiamo tirarci indietro.
 
Alleghiamo il testo attuale dell'appello, cui si stanno facendo già aggiunte, da Rete Italiana Pace e Disarmo su cui dalla giornata di oggi partirà il lancio ufficiale con logo e prime adesioni delle organizzazioni promotrici:
 
Chiediamo alle organizzazioni che intendono anche aderire direttamente di scrivere alla mail:
 
 
 
Ringraziando per l’attenzione e per la certa collaborazione, invio un saluto di Pace,
 
Silvia Stilli
Portavoce AOI
 
Segreteria AOI - Cooperazione e Solidarietà internazionale
Largo Camesena 16 - 00157 Roma
ong@ong.it