Almeno cinque morti a Lampedusa, mentre la Ocean Viking attracca a Messina

27.11.2019 22:37

Zehinab e Brachisa, una bambina ivoriana e una burkinabé, sono scese a terra nel primo gruppo di migranti che ha lasciato la nave Ocean Viking, attraccata intorno alle 14 del 24 novembre nel porto di Messina con 213 persone a bordo, dopo che il giorno precedente il ministero dell’interno italiano le aveva assegnato un porto di sbarco in Italia. Cappellino rosa e maglione rosso, Zehinab viaggia con sua madre e con la sorellina, Lamina. Invece Brachisa, otto anni, è da sola. La madre è rimasta a Tripoli con una bambina appena nata, ma ha preferito affidare la figlia più grande a un lontano parente per farla uscire dalla Libia e provare a darle un futuro migliore. Così Brachisa si è trovata a bordo di un gommone bianco, partito da Zawiya, circondata da sconosciuti, sperduta e spaventata.

https://www.internazionale.it/bloc-notes/annalisa-camilli/2019/11/25/ocean-viking-messina-lampedusa