ASVIS NEWSLETTER - QUESTA SETTIMANA: Per l’Europa sta davvero cominciando una fase nuova

29.11.2019 11:59

L’avvio della Commissione von der Leyen e la proposta francotedesca di una conferenza sul futuro dell’Unione segnano un cambio di passo rispetto al passato. Anche la Cop 25 potrebbe far segnare qualche progresso significativo.

di Donato Speroni

Con una coincidenza certamente non casuale, mentre la Commissione presieduta da Ursula von der Leyen otteneva finalmente il via libera dal Parlamento europeo, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron hanno lanciato una proposta che potrebbe rivoluzionare l’assetto europeo. Come ha scritto Paolo Valentino sul Corriere della Sera,

Berlino e Parigi hanno deciso di lanciare la proposta di una «Conferenza intergovernativa sul futuro dell’Europa» con lo scopo di «rendere l’Unione più unita e sovrana», anche con eventuali modifiche dei Trattati. Contenuta in un documento di due pagine, anticipato ieri dal sito Politico, l’idea franco-tedesca potrebbe essere discussa in via preliminare al prossimo Consiglio europeo di dicembre. La conferenza dovrebbe articolarsi in due fasi: la prima, più breve, verrebbe avviata già nei primi mesi del 2020 e sarebbe dedicata al «funzionamento democratico dell’Ue», in particolare «le elezioni e la designazione delle cariche apicali». La seconda fase invece durerebbe di più, si concentrerebbe sulle «politiche» e inizierebbe a metà del prossimo anno in coincidenza con l’avvio della presidenza di turno tedesca, per concludersi entro il primo semestre del 2022, quando alla guida dell’Unione ci sarà la Francia.

Abbiamo salutato con favore l’avvento della Commissione von der Leyen, con il suo impegno rafforzato sull’Agenda 2030 e l’incarico al commissario Paolo Gentiloniannunciato in un comunicato del 13 novembre, di

coordinare l'attuazione degli Obiettivi di sviluppo sostenibile nel contesto del semestre europeo

cioè in pratica di verificare che tutto il processo di definizione dei bilanci dei Paesi europei, che si svolge nell’ambito del Semestre, sia in sintonia con gli SDGs. E tra i mandati di Gentiloni c’è anche la riforma del Semestre. Il commissario italiano delegato all’Economia, nelle sue dichiarazioni dopo il voto, ha sottolineato l’importanza di intervenire sulle disuguaglianze e sulla sostenibilità sociale.
[Continua a leggere]

Il 5 dicembre a Roma, in occasione dell'incontro-dibattito organizzato dall'Archivio storico della Presidenza della Repubblica sull'articolo 9 della Costituzione e sulla convenzione di Faro, verrà presentato il volume "Un mondo sostenibile in 100 foto" di Enrico Giovannini e Donato Speroni, con immagini a cura di Manuela Fugenzi.
La 24Ore Business School, in collaborazione con Kpmg e con il contributo di Associazione investor relations, Associazione nazionale direttori amministrativi e finanziari, Forum per la finanza sostenibile, Anima per il sociale e l’ASviS, lancia a Milano il master “La gestione della sostenibilità aziendale: strategia, governance, gestione dei rischi e performance Esg”, che avrà inizio il 29 novembre e che ha l’obiettivo di formare figure di alto livello sui criteri Esg, sulla finanza etica e sull’economia circolare.
Alta sostenibilità: dal Cipe al Cipess per investimenti pubblici sostenibili
Il Comitato coordinerà le attività economiche in ottica zero emissioni. In studio Valeria Manieri ed Elis Viettone, ospiti Barbara Florida, M5S, Chiara Braga, PD, e Pia Saraceno, presidente di Ref-E.

Sabato 30 novembre si terrà la seconda edizione del Saturdays for Future per sensibilizzare le persone sulla produzione e il consumo responsabili in vista delle spese di Natale, per evitare gli sprechi, ridurre i rifiuti, riciclare e scegliere i prodotti con più attenzione.
Visita saturdaysforfuture.it e scopri come partecipare alla mobilitazione.