ASVIS, QUESTA SETTIMANA: Comincia un decennio d’azione per lo sviluppo sostenibile

04.10.2019 08:53

Sono stati dieci giorni intensi, a New York e in tutto il mondo, che hanno messo in evidenza buone pratiche, ma anche gravi ritardi rispetto all’Agenda 2030. Un interrogativo: come dovrà cambiare il sistema economico?

di Donato Speroni

“Il tempo delle parole è finito. Ora comincia un decennio di azione per gli Obiettivi globali”. Titola così l’articolo sul sito del Dipartimento affari economici e sociali dell’Onu (Undesa), a conclusione di alcune giornate molto intense, per il Climate action summit del 23 e l’Assemblea generale delle Nazioni Unite del 24 e 25, con numerosi eventi collaterali, il tutto accompagnato dalla mobilitazione mondiale del movimento “Fridays for Future”.

È tempo di agire. Questo messaggio e questa richiesta diretta ai leader mondiali è risuonata chiara e forte durante la settimana intensa di incontri Onu ad alto livello che ha portato la comunità internazionale ad affrontare le sfide più critiche del nostro tempo. I temi scottanti che sono stati discussi per raggiungere soluzioni globali entro il 2030 hanno abbracciato l’azione per il clima, la copertura sanitaria mondiale, il finanziamento dello sviluppo sostenibile e le drammatiche sfide che riguardano le piccole isole - nazione.

Come ricorda l’articolo di Undesa, in questi giorni non si è soltanto parlato in termini generali, ma sono state presentate numerose azioni positive già in corso per realizzare gli SDGs. Sono state anche descritte diverse iniziative del mondo finanziario a favore dello sviluppo sostenibile e sono stati assunti impegni per aumentare gli investimenti nelle aree più colpite dai cambiamenti climatici. Alla presentazione delle buone pratiche ha contribuito anche l’ASviS: la campagna “Saturdays for Future” è stata selezionata dall’Onu tra migliaia di proposte arrivate da tutto il mondo e venerdì 27 settembre è stata presentata da Ottavia Ortolani, del Segretariato dell’Alleanza, nella SDG Action Zone al Palazzo di Vetro. L’ASviS, invitata in quanto organizzazione della società civile, è stata l’unica realtà italiana rappresentata all’Onu. [Continua a leggere]

La presentazione del Rapporto ASviS 2019 si terrà, alla presenza del Presidente della Repubblica, presso la sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Sarà possibile seguire l'evento, dalle ore 10:30:

- in diretta streaming sul sito asvis.it, sulla nostra pagina Facebook, sul nostro canale Youtube;
- su Ansa.it; su ilSole24Ore.com; sul portale Bloomberg;
- attraverso il live tweeting dalla pagina @ASviSItalia.

L'evento sarà tradotto in lingua dei segni (LIS).
Partecipa al dibattito sui social, utilizza #RapportoASviS e tagga @ASviSItalia.
Il Green new deal su Radio Radicale

Nella terza puntata della rubrica di Radio radicale, a cura di Valeria Manieri e Ruggero Po, diverse voci hanno raccontato la Climate action week: Lorenzo Fioramonti, Udo Gümpel, Ottavia Ortolani e Alberto Piatti.
 

Sono stati dieci giorni intensi, a New York e in tutto il mondo, che hanno messo in evidenza buone pratiche, ma anche gravi ritardi rispetto all’Agenda 2030. Un interrogativo: come dovrà cambiare il sistema economico?

di Donato Speroni

“Il tempo delle parole è finito. Ora comincia un decennio di azione per gli Obiettivi globali”. Titola così l’articolo sul sito del Dipartimento affari economici e sociali dell’Onu (Undesa), a conclusione di alcune giornate molto intense, per il Climate action summit del 23 e l’Assemblea generale delle Nazioni Unite del 24 e 25, con numerosi eventi collaterali, il tutto accompagnato dalla mobilitazione mondiale del movimento “Fridays for Future”.

È tempo di agire. Questo messaggio e questa richiesta diretta ai leader mondiali è risuonata chiara e forte durante la settimana intensa di incontri Onu ad alto livello che ha portato la comunità internazionale ad affrontare le sfide più critiche del nostro tempo. I temi scottanti che sono stati discussi per raggiungere soluzioni globali entro il 2030 hanno abbracciato l’azione per il clima, la copertura sanitaria mondiale, il finanziamento dello sviluppo sostenibile e le drammatiche sfide che riguardano le piccole isole - nazione.

Come ricorda l’articolo di Undesa, in questi giorni non si è soltanto parlato in termini generali, ma sono state presentate numerose azioni positive già in corso per realizzare gli SDGs. Sono state anche descritte diverse iniziative del mondo finanziario a favore dello sviluppo sostenibile e sono stati assunti impegni per aumentare gli investimenti nelle aree più colpite dai cambiamenti climatici. Alla presentazione delle buone pratiche ha contribuito anche l’ASviS: la campagna “Saturdays for Future” è stata selezionata dall’Onu tra migliaia di proposte arrivate da tutto il mondo e venerdì 27 settembre è stata presentata da Ottavia Ortolani, del Segretariato dell’Alleanza, nella SDG Action Zone al Palazzo di Vetro. L’ASviS, invitata in quanto organizzazione della società civile, è stata l’unica realtà italiana rappresentata all’Onu. [Continua a leggere]

La presentazione del Rapporto ASviS 2019 si terrà, alla presenza del Presidente della Repubblica, presso la sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Sarà possibile seguire l'evento, dalle ore 10:30:

- in diretta streaming sul sito asvis.it, sulla nostra pagina Facebook, sul nostro canale Youtube;
- su Ansa.it; su ilSole24Ore.com; sul portale Bloomberg;
- attraverso il live tweeting dalla pagina @ASviSItalia.

L'evento sarà tradotto in lingua dei segni (LIS).
Partecipa al dibattito sui social, utilizza #RapportoASviS e tagga @ASviSItalia.
Il Green new deal su Radio Radicale

Nella terza puntata della rubrica di Radio radicale, a cura di Valeria Manieri e Ruggero Po, diverse voci hanno raccontato la Climate action week: Lorenzo Fioramonti, Udo Gümpel, Ottavia Ortolani e Alberto Piatti.