ASVIS - QUESTA SETTIMANA: Contro la crisi climatica certi consumi devono diminuire

16.10.2020 18:12

Non possiamo pretendere di combattere la battaglia della mitigazione con provvedimenti di scarso impatto. Decrescita felice? No, ma consapevole. L’idea di una “convenzione dei cittadini italiani” sul modello francese.


di Donato Speroni

On ne peut avoir le beurre et l'argent du beurre

Nella sua conferenza a Luino, in occasione dell’accettazione dell’Earth prize international, Luca Mercalli ha esordito con questo antico proverbio francese, analogo al nostro sulla botte piena e la moglie ubriaca. Con questa espressione il noto climatologo intendeva dire che non possiamo aspettarci di incidere sostanzialmente sulle emissioni di gas climalteranti, e quindi sull’aumento delle temperature, se non prenderemo provvedimenti molto più drastici di quelli adottati finora.

Le aree di intervento sono sostanzialmente tre. La prima è l’accelerazione della transizione verso le energie rinnovabili. L’impegno delineato dalla Commissione europea indica un taglio del 55% delle emissioni entro il 2030 e il Parlamento europeo vorrebbe portare questo obiettivo al 60%. Ma già il 55% è una bella sfida che comporta un fortissimo sviluppo delle energie rinnovabili. Prima di Mercalli, nello stesso evento, ha parlato l’assessore all’ambiente della regione Lombardia Raffaele Cattaneo, che ha presentato un semplice calcolo.

Continua a leggere >>>

Pubblicato il Rapporto annuale dell'ASviS
"L'Italia e gli Obiettivi di sviluppo sostenibile"

La presentazione si è tenuta durante l'evento di chiusura del Festival dello Sviluppo Sostenibile, occasione in cui l'ASviS ha presentato alle istituzioni i risultati e le proposte emerse dai 17 giorni di eventi. La crisi rende più difficile il cammino verso la sostenibilità, l’Italia non ha rispettato parte degli impegni dell’Agenda 2030 per 9 obiettivi su 17. Peggiorano povertà, alimentazione, salute, istruzione, parità di genere, occupazione, innovazione, disuguaglianze, partnership, mentre migliorano i dati relativi all'economia circolare, la qualità dell’aria e i reati. Leggi la cronaca dell'evento.

Europa e Agenda 2030, la nuova rubrica dell'ASviS
L'ASviS lancia una rubrica con pubblicazioni settimanali, in uscita tutti i lunedì, per fare il punto sulle politiche europee rispetto all’attuazione dell’Agenda 2030 delle Nazioni unite. Obiettivo dell'iniziativa, a cura di Luigi Di Marco (Segretariato ASviS), è quello di fornire un quadro organico costantemente aggiornato sul cammino dell'Europa verso la sostenibilità e la resilienza.

Alta Sostenibilità: democrazie e Next Generation Eu, il Rapporto ASviS

Questa settimana nella rubrica ASviS condotta da Valeria Manieri e Elis Viettone su Radio Radicale, ospiti Enrico Giovannini (ASviS) e Enrico Letta (università Sciences Po), per discutere di come investire al meglio i fondi che ci arrivano dall'Europa.

Al via oggi Global Goals Kids' Show Italia, per avvicinare i bambini agli SDGs

17 puntate, una per ciascuno degli Obiettivi dell'Agenda 2030, per spiegare e avvicinare i bambini tra i 5 e i 10 anni al mondo della sostenibilità. L'iniziativa è realizzata dall'ASviS e Fondazione Edoardo Garrone, in collaborazione con Rai Ragazzi e Rai per il Sociale e con il sostegno di Windtre, portata in Italia grazie a A future e realizzata da Wildside. Le puntate del cartone saranno trasmesse a partire dal 16 ottobre su Rai Yoyo, nell’ambito del programma “La posta di Yoyo”, sui canali online di RaiPlayRadio - Radio Kids, e diffuse sui canali dell’ASviS e dei partner del progetto alle ore 16:00.

Sostenibilità aziendale: a novembre il master di 24 Ore Business school in collaborazione con l'ASviS

Inizia il 27 novembre il master "La gestione della sostenibilità aziendale: strategia, governance, gestione dei rischi e performance Esg", organizzato da 24 Ore Business School in collaborazione con l'ASviS. Il master, della durata di 5 weekend, ha l’obiettivo di fornire gli strumenti per cogliere le opportunità derivanti dagli investimenti secondo criteri Esg, dai modelli di creazione di valore condiviso e dall’economia circolare.