ASVIS - QUESTA SETTIMANA - È inutile evocare Caronte, serve una comunicazione positiva

29.08.2023 15:25

Quali parole usiamo quando parliamo di crisi climatica, ambiente, povertà e disuguaglianze, energia? Tra nomi fantasiosi, caldo opprimente e alluvioni, una cosa è certa: non è il terrore che ci farà stare meglio.

di Elis Viettone

Crisi climatica, crisi energetica, crisi economica, crisi sanitaria, crisi bellica: è corretto parlare di crisi per tutte queste differenti circostanze? Sì, se restituiamo alla parola crisi il suo significato originario, ovvero l'antico greco κρίσις: culmine, punto di svolta, ma anche distinguere, decidere (vocabolario Treccani). Il problema è che accanto alla narrazione di queste crisi, spesso come comunicatori perdiamo di vista il fine ultimo della corretta informazione, ovvero rendere le persone consapevoli, capaci di scelte per cambiare lo stato delle cose, in vista, nel migliore dei mondi possibili, dell'interesse generale e del bene comune.

Se le parole sono il mezzo che abbiamo per informare, forse dovremmo – comunicatori, giornalisti e tutti coloro che orientano il dibattito pubblico – prestare più attenzione ai termini e ai concetti che esprimiamo per analizzare, definire e affrontare le questioni, ricordandoci di prospettare sempre scenari alternativi e soluzioni razionali.

Soluzioni, certo, perché se agli allarmi non si affiancano costantemente strategie positive di breve, medio e lungo periodo, è anche inutile scriverne. Transforming our world non a caso è il titolo dell'Agenda 2030, firmata dai Paesi Onu nel 2015 per uno sviluppo sostenibile globale. Nell’Agenda è descritto un puntuale programma per eliminare la povertà estrema, passare a fonti energetiche rinnovabili, assicurare accesso a istruzione e sanità a miliardi di persone, salvaguardare l'ambiente e creare benessere e prosperità economica. Proprio su questi temi si concentreranno i lavori del prossimo vertice Onu che a settembre farà il punto sugli Obiettivi di sviluppo sostenibile. Si tratta di riunioni internazionali spesso sottostimate, se non ignorate, dai nostri media.

Continua a leggere >>>
Premio Abi-FEduF-Fiaba:
partecipa all'iniziativa sull'educazione finanziaria

Il progetto, di cui ASviS è partner, è rivolto a giovani giornalisti con l’obiettivo di raccontare l’importanza dell’educazione finanziaria e al risparmio quale strumento di cittadinanza economica e inclusione sociale. Candidature entro l'11 settembre.
METTI IN AGENDA - 19 OTTOBRE
Presentazione del Rapporto ASviS 2023

Il documento, oltre a fornire aggiornamenti sull’impegno a livello globale ed europeo per l’attuazione dell’Agenda 2030 dell'Onu, offre un'analisi sullo stato di avanzamento del nostro Paese rispetto ai 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile e proposte di policy, a sette anni dalla scadenza del Piano globale.

 

Contatti

Associazione di Promozione Sociale Januaforum

Sede legale- c/o Confcooperative Liguria - Via Varese 2
16129 Genova
Sede Operativa- Palazzo Lauro-Piazza della Nunziata 5
c/o Cofoundry - quarto piano

Mobile: +393474403469 - Segreteria e Coop. Sviluppo
+393482269515 - Resp. Progetto Casa
+393939410121 - Presidenza

Corsi di formazione

Questa sezione è vuota.