ASVIS - QUESTA SETTIMANA - Fine della globalizzazione? Forse, ma gli effetti del conflitto sono globali

18.03.2022 17:42

Comunque finisca questa guerra, ci sarà gente nel mondo che avrà fame: l’impatto della crisi su economia e classi più deboli sarà avvertito a lungo in tutto il Pianeta. L’Europa deve avere il coraggio di entrare in una Nuova era.

di Donato Speroni

Per ora sappiamo che non bastano tanti McDonald's e tante Ikea, si è rivelata sbagliata l'idea che la progressiva unificazione degli stili di vita e dei simboli culturali, unita alla travolgente forza dei commerci, avrebbe reso piatto e pacifico il mondo.

Sul Corriere della Sera, Dario Di Vico prende atto che il sogno di un mondo in pace, basato sui commerci e sulla omogeneizzazione dei consumi è stato infranto dalla invasione russa dell’Ucraina. Non solo le sanzioni tagliano fuori i russi da quei consumi “occidentali” tanto amati dalla classe media, ma tutta la dinamica conseguente alla guerra porta a un ripiegamento, alla ricerca di nuove sicurezze negli approvvigionamenti, ove possibile a riportare a casa le produzioni essenziali perché non ci si fida più gli uni degli altri. In una parola, a una frammentazione del modello economico.

Il mondo però non può tornare indietro. È diventato più piccolo, più interconnesso. Se il battito di una farfalla in Brasile può scatenare un tornado in Texas, come dicono i cultori della teoria del caos, a maggior ragione gli effetti di una guerra sono avvertiti in tutto il Pianeta, a cominciare dall’impatto finanziario ed economico.

Continua a leggere >>>
SAVE THE DATE - 31 MARZO
L'ASviS presenta l'analisi del Pnrr e della
Legge di bilancio alla luce dell'Agenda 2030

Nel corso del primo evento “ASviS Live” dedicato all’avvicinamento alla sesta edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile, l'Alleanza presenterà un documento inedito contenente una riflessione integrale sulla messa a terra del Piano nazionale di ripresa e resilienza e l’esame della Legge di Bilancio 2022 alla luce dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. L’evento sarà anche l’occasione per illustrare gli impegni del governo e il punto di vista dell’Europa sull’integrazione degli SDGs nelle politiche.

SAVE THE DATE - 5 APRILE
La Costituzione e lo sviluppo sostenibile

In occasione della secondo evento "ASviS Live", l'Alleanza organizza un momento di discussione per approfondire i temi legati al percorso di implementazione della riforma costituzionale che ha recentemente introdotto il concetto di sostenibilità nella nostra Carta. L'iniziativa vuole essere un'occasione di confronto per definire come intraprendere nel migliore dei modi questo cambio di paradigma.

La rete ASviS si mobilita per sostenere
il popolo ucraino e per il ripristino della pace
Consultabile il portale #AlleanzaAgiscexUcraina, una raccolta di iniziative concrete di solidarietà e sostegno portate avanti dagli aderenti e gli associati all'ASviS per ribadire i valori della sostenibilità all’insegna del dialogo, della pace e del rispetto dei diritti umani. La pagina riporta anche articoli e approfondimenti di esperti dell'Alleanza sulle ripercussioni della guerra e la necessità di costruire la pace.

17 storie per il 2030: al via la quarta serie dei podcast
sullo sviluppo sostenibile

La quarta e ultima fase del concorso promosso da Podcastory e Fondazione Unipolis, patrocinato dall'ASviS, il cui obiettivo è ​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​raccontare storie di azioni possibili per trasformare il mondo attraverso la sostenibilità, sarà dedicata al tema “Clima energia e ambiente” e ai Goal 7, 13, 14 ​e 15. Le iscrizioni rimarranno aperte fino al 31 marzo.

Partecipa alla campagna Onu #FlipTheScript e
agli SDG Action Awards!

Sostenere #FlipTheScript significa ripensare, ricalibrare e reinventare le nostre società ed economie per raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile. Agire significa cambiare il comportamento a tutti i livelli, racconta le tue azioni sui social e sulla mappa globale! Inoltre, se pensi di essere il cambiamento che vuoi vedere nel mondo, candidati subito al SDG Action Awards delle Nazioni Unite, il contest che raccoglie a livello internazionale le più importanti iniziative per costruire un futuro sostenibile. Le iscrizioni sono aperte fino al 1° maggio.