ASVIS - QUESTA SETTIMANA: Lo sviluppo sostenibile occupa uno spazio crescente nel dibattito politico

24.05.2021 09:59

L’ambiente nella Costituzione, le drastiche scelte per la transizione ecologica, l’impegno per la biodiversità: il futuro è arrivato anche in Italia. Ma le resistenze non si superano senza il consenso dell’opinione pubblica.

 

di Donato Speroni

Ci vorrà almeno un anno, nonostante l’ampio accordo politico, perché le procedure di cambiamento della Costituzione sono lunghe, ma è straordinariamente importante che l’emendamento alla nostra Carta che guarda alle nuove generazioni sia stato finalmente incardinato nel processo legislativo.

La battaglia per introdurre lo sviluppo sostenibile in Costituzione era stata avviata dall’allora portavoce dell’ASviS Enrico Giovannini subito dopo la creazione dell’ASviS cinque anni fa, e giustamente l’attuale presidente e portavoce Pierluigi Stefanini ha sottolineato che si tratta di una grande vittoria dell’Alleanza. Stefanini ha però ribadito che si tratta di “un primo passo nella direzione giusta”, non soltanto perché l’iter delle riforme costituzionali è lungo e complesso, ma anche perché il testo approvato fa riferimento “all’interesse delle future generazioni” soltanto in rapporto alla tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi. Le proposte portate avanti dall’ASviS in questi anni puntavano all’introduzione nella Carta dello “sviluppo sostenibile”, un concetto più ampio, ben definito dai 17 Obiettivi dell’Agenda 2030. Inserire la tutela dello sviluppo sostenibile in Costituzione renderebbe incostituzionali non solo le norme che danneggiano l’ambiente, ma anche quelle che peggiorano la sostenibilità sociale, per esempio accentuando le disuguaglianze o scaricando sul futuro oneri finanziari immotivati. Non a caso, le cronache dei giornali sull’emendamento approvato hanno messo l’accento più sulla tutela degli animali, peraltro sacrosanta, che su quella delle nuove generazioni.

Continua a leggere >>>

Scopri il programma dell'evento ASviS su Pnrr e Agenda 2030
L'evento sarà l'occasione per illustrare un documento di riflessione aggiornato dell'ASviS sul Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), presentato il 30 aprile, alla luce dell’Agenda 2030. Interverranno, tra gli altri, le ministre Mara Carfagna e Fabiana Dadone, e il ministro Enrico Giovannini. Seguirà un panel, a cura di FUTURAnetwork, per riflettere su quali siano gli strumenti per trasformare l’attuale modello di sviluppo, in un'ottica di scenari futuri, con la partecipazione di Romano Prodi. L'iniziativa sarà anche l'occasione per inaugurare il nuovo sito del Festival dello Sviluppo Sostenibile, che si terrà dal 28 settembre al 14 ottobre 2021, e per aprire le candidature degli eventi.

Comunicare la sostenibilità:
terzo incontro del ciclo formativo promosso da ASviS e Ferpi

Si terrà mercoledì 26 maggio l'ultimo appuntamento formativo del ciclo "Comunicare la sostenibilità" organizzato dall’ASviS in collaborazione con Ferpi, con l’obiettivo di offrire alla community dei professionisti della comunicazione conoscenze, esperienze e strumenti finalizzati a promuovere strategie e azioni efficaci legate alla sostenibilità. Apriranno l'incontro Rossella Sobrero, Presidente Ferpi, Rosanna Oliva de Conciliis, coordinatrice Gruppo di Lavoro Goal 5 Parità di genere ASviS e Daniele Salvaggio, presidente Commissione aggiornamento e specializzazione professionale Ferpi.

Ultimo giorno per partecipare al bando Forum PA - ASviS
Si chiudono oggi le candidature per “PA sostenibile e resiliente 2021”, il riconoscimento promosso dalle due organizzazioni per valorizzare i progetti più virtuosi nel misurare, comunicare, formare e fare rete sulle tematiche della sostenibilità. Le proposte candidate dovranno essere presentate attraverso l’apposito modulo. Il premio si inserisce nella più ampia manifestazione Forum PA 2021, che si terrà dal 21 al 25 giugno.
Leggi il regolamento iscriviti subito.

I cittadini hanno bisogno di un nuovo Rinascimento europeo
La puntata del 17 maggio della rubrica ASviS “Alta sostenibilità” in onda su Radio Radicale ha posto al centro del dibattito la Conferenza sul futuro dell'Unione europea. La trasmissione, condotta questa settimana da Valeria Manieri ed Elis Viettone, ha avuto come ospiti: Antonia Carparelli, esperta di politiche europee e docente all'Università Lumsa di Roma, Pier Virgilio Dastoli, presidente del Movimento europeo Italia e Luigi Di Marco, curatore della
rubrica ASviS sulle politiche europee.

Youth in Action for Sustainable Development Goals
Rimarrà aperta fino al 25 maggio la Call for ideas promossa da Fondazione Italiana Accenture e Fondazione Allianz Umanamente, con il patrocinio dell'ASviS. L'obiettivo dell'iniziativa è premiare le migliori proposte presentate da giovani under 30 per rispondere alle sfide che il mondo del business e del terzo settore devono affrontare per contribuire all'attuazione dell'Agenda 2030. Il concorso prevede due tipi di premi: i premi Promotori, fino a 10mila euro in formazione, e i premi Partnermessi a disposizione dei vincitori
delle rispettive Sustainability challenge.
Iscriviti subito!