ASVIS - QUESTA SETTIMANA - Rinunceremo ai nostri progetti futuri per paura di fallire?

27.01.2024 17:22

Dalle gesta di Fleximan contro gli autovelox all’abbandono dei sogni personali. Di fronte alla crescente chiusura nelle proprie convinzioni e nei bisogni immediati, per cambiare le cose ci vogliono fiducia e visione.

di Flavia Belladonna

Secondo una indagine Coop sulle aspettative degli italiani per il 2024, circa una persona su tre dichiara di aver rinunciato ad acquistare casa o a cambiare lavoro. Vorrebbe, ma già sa che non lo farà. E tra i giovani 20-40enni, oltre la metà si dichiara per nulla interessata a diventare genitore, mentre un ulteriore 28% vorrebbe un figlio, ma già prevede che non sarà possibile. Interrogati sullo stato d’animo con cui si inizierà l’anno, nonostante una certa inquietudine per le tensioni geopolitiche, l’instabilità economica e i cambiamenti climatici, tra i sentimenti dominanti dei cittadini trovano posto la serenità (33% degli intervistati) e l’accettazione (28%). Così, in un clima tra il positivo e l’amaro, si abbandonano sogni e progetti futuri.

In un contesto di incertezza in cui molte opportunità di miglioramento della qualità della vita sono limitate, una fotografia del genere non dovrebbe sorprendere. Eppure, questi dati hanno lasciato dell’amaro in bocca anche a me. Un amaro che dovrebbe mettere in allarme un po’ tutti, perché senza progettualità per il futuro non c’è cambiamento. Se rinunciamo a inseguire i nostri progetti o peggio ancora a realizzare nuovi progetti, come potremo dare una direzione ai nostri passi? Se smettiamo di credere nel futuro che vogliamo o non riponiamo sufficiente fiducia e impegno, come potranno “cambiare le cose”? Si tratta di un tema che riguarda tanto le persone quanto la politica.

Continua a leggere >>>
Al via il 2 febbraio la rubrica Rai “Museo dei Futuri”
Oggetti, soluzioni, visioni per un futuro sostenibile: saranno questi i temi al centro di una nuova rubrica di Radio3 Scienza, nata da un’idea di Enrico Giovannini e Luca De Biase. Sarà possibile seguire le puntate ogni venerdì dalle 11:30 alle 12 su Rai Radio 3, mentre il podcast sarà disponibile su RaiPlay Sound e FUTURAnetwork. Nella prima puntata si parlerà di “Antropocene” con Michele Lanzinger, direttore del Muse. In conduzione Elisabetta Tola con Luca De Biase.
METTI IN AGENDA - 8 FEBBRAIO
Seminario ASviS su tassonomia e rendicontazione di sostenibilità

L'evento, organizzato dal Gruppo di lavoro sulla finanza sostenibile con l'Università Roma Tre, analizza l’impatto del regolamento tassonomia sui settori dell’economia italiana. Sarà presentato il nuovo Policy brief sul reporting di sostenibilità.
22 FEBBRAIO: Scopri il programma dell'ASviS live di
dibattito su Giustizia tra generazioni e Costituzione

L’evento ospiterà un confronto tra esperti e i ministri Abodi e Casellati, a partire dalle proposte dell’Alleanza, per mettere in pratica il principio costituzionale e favorire la partecipazione giovanile alla vita democratica. Aperte le registrazioni all'evento.
Piano Mattei: per non disperdere capitali e impegno,
azioni coerenti e coordinate in Ue

Il piano per l’Africa sul quale Meloni si è impegnata sin dall'inizio del suo governo da una decina di giorni è legge. Ad Alta sostenibilità, ospiti: Calovini (FdI), Menotti (Aspen institute Italia) e Stilli (Aoi - ASviS). Conduce Po.

Prossima puntata: le opportunità e i rischi connessi all'IA, dall'inclusione sociale alla lotta alla povertà, dalle misure contro la crisi climatica alla transizione energetica. Ospiti: Cannata (FdI), Girardi (Pop AI), Quattrociocchi (La Sapienza), Varanini (Assoetica). Conducono Manieri e Po.
Al via il corso "Comunicare la sostenibilità"
L'iniziativa, inserita nell'ambito del progetto Gift, realizzato da Save the Children con la partecipazione dell'ASviS, Edi e Fondazione Mondo digitale, propone a giovani under 25 un laboratorio di giornalismo e cittadinanza della durata di 25 ore.
 

 

Contatti

Associazione di Promozione Sociale Januaforum

Sede legale- c/o Confcooperative Liguria - Via Varese 2
16129 Genova
Sede Operativa- Palazzo Lauro-Piazza della Nunziata 5
c/o Cofoundry - quarto piano

Mobile: +393474403469 - Segreteria e Coop. Sviluppo
+393482269515 - Resp. Progetto Casa
+393939410121 - Presidenza

Corsi di formazione

Questa sezione è vuota.