Dichiarazione interreligiosa congiunta sulla crisi in Myanmar

07.06.2021 10:54

I gesuiti del Jesuit refugee service (Jrs) lanciano un appello per la pace in Myanmar firmato da decine di comunità di diverse religioni in tutto il mondo:

«Noi, comunità di fede di tutto il mondo, dichiariamo il nostro impegno comune a stare dalla parte del popolo sofferente del Myanmar e chiediamo alle forze armate del paese di fermare la violenza, rispettare la santità di tutte le vite umane e lavorare per una pace giusta e duratura in tutto il Paese sulla base della volontà del popolo.

Dagli eventi del 1° febbraio 2021, abbiamo osservato con crescente preoccupazione i crescenti bisogni umanitari e il crescente disprezzo per i diritti umani che, come sempre, hanno un impatto più pesante sui nostri fratelli e sorelle più vulnerabili…»

Continua a leggere
 

Ufficio Stampa COREIS (Comunità Religiosa Islamica) Italiana