Elmetti Bianchi: Il coinvolgimento di Israele in Siria si conferma molto ampio

23.07.2018 11:19

All’evacuazione degli “elmetti bianchi” ha partecipato anche la milizia “Cavalieri del Golan” che doveva gestire la “zona cuscinetto” che Tel Aviv intendeva creare davanti al Golan. Un progetto fallito per la vittoria dell’esercito siriano nel sud del Paese.

 L’operazione con la quale l’esercito israeliano ha fornito un “corridoio sicuro” per l’evacuazione di circa 800 “elmetti bianchi” – presunti operatori umanitari siriani finanziati dall’Occidente con 30 milioni di dollari all’anno malgrado siano ritenuti legati al braccio locale di al Qaeda – conferma come Israele non sia mai stato interessato solo ad ottenere  – anche attraverso bombardamenti aerei, come ha fatto ieri a Maysaf – l’uscita dalla Siria dei militari iraniani giunti in appoggio alle forze armate di Damasco.  Ziv Barel, analista militare del quotidiano israeliano Haaretz scriveva ieri che il coinvolgimento di Israele in Siria è molto più profondo e ampio dell'”aiuto umanitario” che il governo Netanyahu afferma di fornire a civili vittime della guerra nel sud della Siria.

nena-news.it/elmetti-bianchi-il-coinvolgimento-di-israele-in-siria-si-conferma-molto-ampio/