Futura network - Newsletter 22 giugno 2022

22.06.2022 17:14

Immigrazione e futuro demografico, l’accelerazione del progresso, donne e management

In questo numero trovate la cronaca e il video integrale del nostro evento del 20 giugno su immigrazione e futuro demografico del Paese, oltre a un’inchiesta condotta da Flavio Natale che ha interrogato sul tema i partiti italiani. Integrazione dei migranti, lavoro, diritti, denatalità e calo demografico, come immaginare l’Italia del futuro: queste le sfide sulle quali ci siamo interrogati durante l’evento, quarto ASviS Live di avvicinamento al Festival dello sviluppo sostenibile (4-20 ottobre).
Nel nuovo appuntamento di C’è futuro e futuro, brevi video su temi di ampia prospettiva, Donato Speroni ci spiega perché, sui grandi temi del mondo, i futuri possibili si riassumono in tre ipotesi ma solo uno porta alla costruzione di uno sviluppo sostenibile. Tra gli altri contenuti: un movimento intellettuale dedicato all’accelerazione del progresso; un convegno per ricordare la figura di Aurelio Peccei, fondatore del Club di Roma, e il suo pensiero d’avanguardia sui limiti alla crescita; il “mondo dei tre zero” di Muhammad Yunus, intervenuto recentemente al Festival di Trento. Due nuovi aggiornamenti dai blog: Luisa Pogliana ha analizzato l’evoluzione delle donne nel management delle imprese, mentre Rossella Sobrero si è concentrata sul linguaggio della sostenibilità. Infine, Il futuro visto da ieri e la nostra agenda aggiornata.


a cura di Andrea De Tommasi
 

Focus. “Prima delle prossime elezioni, i partiti devono affrontare la realtà dell’immigrazione”

La politica deve avere il coraggio di misurarsi su un tema sfidante, senza cedere alla tentazione di facili slogan. Analisi e proiezioni demografiche al quarto ASviS Live organizzato da Futura Network.

di Andrea De Tommasi

 

Speroni: “Tre scenari per l'umanità ma solo uno è sostenibile”

 
Catastrofico, lento e progressivo degrado, sviluppo sostenibile: questi i principali scenari su cui convergono gli studi sul futuro. Ma quali sono le azioni da compiere per realizzare quello più auspicabile? Donato Speroni, responsabile di FUTURAnetwork, ce ne parla nella nuova puntata video di C'è futuro e futuro.

a cura di Elis Viettone, montaggio e grafiche di Francesca Spinozzi
 
Notizie
Cosa accadrebbe al futuro se il progresso rallentasse?

Negli ultimi 150-200 anni il nostro mondo è cambiato ad una velocità mai vista prima. Cosa spiega questa improvvisa esplosione? Un nuovo movimento intellettuale dedicato al progresso, ne studia le cause e come migliorarlo.
di Tommaso Tautonico

Aurelio Peccei: l’imprenditore che guardando al futuro avviò una rivoluzione

Al Maxxi la conferenza del Club di Roma per celebrare il pensatore che ha posto le basi del dibattito sui limiti della crescita e lo sviluppo sostenibile. [Video]
di Andrea De Tommasi

Yunus al Festival di Trento: bisogna creare dei “Club tre zero”

Zero emissioni inquinanti, zero concentrazioni della ricchezza e zero disoccupazione: questa la ricetta del premio Nobel per costruire una nuova civiltà. Ma serve l’aiuto di tutti.
[Video e testo]

Passato, presente e futuro dell'autorità femminile nel management

Un saggio sul ruolo che le figure femminili hanno rivestito nella trasformazione della governance aziendale. Luisa Pogliana, autrice del libro, racconta la genesi dell'opera.
dal blog "Donne e futuro"
Innovare il linguaggio della sostenibilità

Bisogna ripensare i messaggi e gli strumenti, scegliere parole e immagini per comunicare tematiche complesse in modo accattivante. La sostenibilità deve essere “desiderabile”.
di Rossella Sobrero, dal blog di Ferpi

Il futuro visto da ieri
La tragedia dei "Commons"

Un articolo del 1969 di Garrett Hardin sul rapporto tra beni comuni e sovrappopolamento mondiale. Tratto dagli archivi della rivista Sapere (Edizioni Dedalo).
 
 
 
 
 
Voci dal futuro
di Flavio Natale
  • Parchi virtuali. Tutti conosciamo la pace e la calma che derivano dalle passeggiate in natura. Un gruppo di ricerca francese ha provato a replicare queste sensazioni anche nella virtualità. Secondo la ricerca pubblicata su Frontiers, il team ha fornito ad alcuni partecipanti dei visori per passeggiare all’interno di grigie città virtuali, a cui hanno aggiunto nel corso dell’esperimento alberi e spazi verdi. Studiando i risultati, il team ha notato che i partecipanti camminavano più lentamente e avevano una frequenza cardiaca più elevata negli ambienti ecologicamente armoniosi. La ricerca ha anche sottolineato la capacità dei colori di attivare un senso di benessere all’interno degli ambienti virtuali metropolitani.
  • Microplastiche antartiche. Le microplastiche hanno ufficialmente raggiunto alcune delle zone più remote dell'Antartide, il continente meno popolato al mondo. I ricercatori dell'Università di Canterbury hanno individuato, dentro alcuni campioni di neve fresca antartica raccolti in 19 località del Polo Sud, minuscoli pezzi di plastica. Lo studio riunisce i risultati di una ricerca avviata nel 2019, conclusasi con la pubblicazione sulla rivista Cryosphere. Il team ha individuato 13 diversi tipi di plastica, tra cui il polietilene tereftalato (Pet), comunemente usato per produrre bottiglie di plastica e vestiti, risultato il materiale più abbondante.
  • Forum del metaverso. Meta, Microsoft e altre big tech hanno recentemente tenuto il Metaverse standards forum, nato per promuovere linee guida comuni per lo sviluppo del metaverso. Il forum conta numerosi partecipanti, dai produttori di chip alle società di gaming (tra cui Epic Games, che ha costruito un proto-metaverso con il gioco “Fortnite”), ma anche molte assenze pesanti, tra cui spicca quella di Apple, che ha influito negativamente sulla riuscita complessiva del primo incontro del forum.
 
Eventi
  • 23 giugno. L'università Luiss Guido Carli organizza l'incontro "Internet e diritto d’autore", mettendo a confronto l'opinione di esperti e rappresentanti istituzionali sulla questione.
  • 24 giugno. Anticipazione, previsione degli scenari, opportunità e strumenti della pianificazione strategica per le istituzioni. Questi alcuni dei temi al centro del sesto convegno nazionale dell'Associazione futuristi italiani (Afi), dal titolo "È già domani". Interverrà Donato Speroni, responsabile di Futura network.
  • 27 giugno. "Young innovators business forum". Una manifestazione unica nel panorama italiano ed europeo che punta a mettere in luce le sfide del nostro ecosistema Paese, con una panoramica su indici di crescita e sviluppo, future generazioni, transizione ecologica e digitale.
  • 28 giugno. "Cloud, ultrabroadband, 5g". Un incontro, organizzato da The Innovation Group, per fare il punto sulla transizione digitale del Paese, della pubblica amministrazione e delle imprese.
 
In questa newsletter settimanale vi proponiamo le ultime novità pubblicate sul portale futuranetwork.eu. Trattandosi di una piattaforma di discussione, vi invitiamo a intervenire con articoli, proposte, segnalazioni, scrivendo a info@futuranetwork.eu

I materiali pubblicati su futuranetwork.eu sono liberamente riutilizzabili da parte di altri media. Sono infatti distribuiti con licenza Creativecommons (CC BY-NC-ND 4.0). Autori e utenti sono liberi di ripubblicarli su giornali, blog o siti, purché la pubblicazione sia integrale, sia indicata la fonte e non ne venga fatto un uso commerciale.

Il tasto unsubscribe, in fondo, vi consente di cancellarvi dalla mailing list se non desiderate ricevere questa newsletter.