I segnali dello storico viaggio del papa negli Emirati

06.02.2019 10:40

Non è stata solo una photo opportunity per gli emiri di Abu Dhabi né l’occasione per un nuovo santino con l’immagine dell’abbraccio tra il papa e un imam. La visita di Francesco negli Emirati Arabi Uniti ha vari aspetti inediti che dettano un nuovo passo al dialogo interreligioso e alle dinamiche per costruire nuove forme di convivenza.

Il viaggio del papa è nato per partecipare all’Incontro interreligioso sulla fraternità umana promosso dal Consiglio musulmano degli anziani (un’organizzazione islamica di dialogo e promozione della pace promossa dagli Emirati) a cui hanno partecipato circa 700 leader di varie fedi, tra cui cristiani, ebrei, musulmani, buddisti e indù. Una partecipazione non scontata, ma facilitata dal fatto che negli Emirati la pratica religiosa è garantita anche dalla disponibilità dei rispettivi luoghi di culto (oltre ad alcune chiese e templi induisti è presente anche una sinagoga).

www.internazionale.it/bloc-notes/stefania-mascetti/2019/02/05/viaggio-papa-emirati