Il discorso di Macron riporta al centro temi di sinistra

01.06.2018 09:56

Il discorso pronunciato il 30 maggio da Emmanuel Macron davanti all’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse), che riunisce 35 tra i paesi più sviluppati, è stato carico di preoccupazione per lo stato del mondo e chiaramente spostato a sinistra nella sua difesa della concertazione, nella denuncia delle ingiustizie attuali e nella volontà di regolamentare l’economia di oggi, ovvero la globalizzazione.

Il discorso di Macron è condivisibile perché, come ha sottolineato il presidente, “ci attendono tempi turbolenti” e perché la globalizzazione ha sì provocato una riduzione spettacolare della miseria nel mondo, ma anche uno stravolgimento della ripartizione internazionale del lavoro e un’esplosione della disuguaglianza. Di conseguenza il consenso sociale si sta sgretolando e si sta rimettendo in discussione il multilateralismo che ha governato il mondo dopo la sconfitta nazista, nato intorno alla volontà di preservare la pace negoziando compromessi internazionali anziché imporre la legge del più forte.

www.internazionale.it/opinione/bernard-guetta/2018/05/31/discorso-macron-sinistra