IMPORTANTE!! - CN Terzo Settore del 4 giugno: adeguamenti statutari ODV, APS e Onlus Associazione ONG italiane (6 giugno 2019 09:26)

06.06.2019 10:57

Carissimi,

il 4 giugno si è tenuta una riunione del Consiglio Nazionale del Terzo Settore in cui, tra i punti all’odg, c’era il tema della tempistica dell’entrata in vigore del RUNTS (Registro Unico Nazionale del Terzo Settore) e anche dell’interpretazione veritiera dell’ultima circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sulla perentorietà della scadenza del 2 agosto per le revisioni statutarie richieste a ODV,APS e ONLUS all’oggi iscritte alle sezioni dell’Agenzia delle Entrate. 
 
Unioncamere, soggetto titolato alla tenuta del RUNTS, invitato alla sessione, ha presentato un’agenda rassicurante sulla tempistica per l’entrata appieno in vigore del Registro Nazionale degli ETS: dovrebbe ufficialmente partire da settembre 2019 (data del decreto definitivo) il sistema di informatizzazione per garantire entro fine febbraio 2020 la trasmigrazione al RUNTS dai registri regionali di ODV (volontariato), APS (Promozione Sociale) e ONLUS ad oggi registrate presso le Agenzie delle Entrate. Questo riguarda quindi anche le ex-ONG L.49/87 che all’entrata in vigore della L.125/2014 furono iscritte nella sezione onlus senza però obbligo di adeguamenti.
 
Contestualmente e successivamente alla data prevista per il mese di febbraio 2020, Unioncamere provvederà a concludere le iscrizioni al RUNTS dei soggetti ‘altri’ da quelli sopra citati e di nuova costituzione entro 12 mesi: quindi il RUNTS entrerà a regime completo in 18 mesi a partire da settembre 2019.
Si conferma quanto già comunicato sugli adempimenti per APS, ODV e ONLUS: ovvero che entro il 2 agosto prossimo vanno obbligatoriamente espletati per chi sceglie la via semplificata, cioè tramite assemblea ordinaria.
 
Fino alla operatività del RUNTS non avverranno verifiche sugli statuti adeguati e/o modificati: ovvero entro la prima fase di avvio del RUNTS a pieno regime (di fatto febbraio 2020).
 
Questo viene garantito dal dialogo in essere tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con Agenzia delle Entrate e Regioni e Prefetture.
 
Restano però interrogativi aperti, tra cui:


 
- per enti che hanno personalità giuridica vi sono prefetture che hanno invece dichiarato a soci AOI che è loro intenzione ‘espletare il mandato di controllo’ fino all’entrata in vigore del RUNTS. Non ci sembra che il dialogo in essere tra le istituzioni pubbliche sia ben chiaro
 
- vi è una casistica di attuali onlus o odv o aps che intendono cambiare ragione sociale di soggetto terzo settore: occorrono certezze che nella trasmigrazione non vengano perduti i requisiti in essere e questo vale anche per alcune ong exL.49/87 e nuove osc iscritte nell’Elenco art.26 attuale L.125/2014
 
- la garanzia di certezza sul mantenimento nella fase attuale fino all’entrata in vigore del RUNTS delle agevolazioni fiscali
 
- aspetti tecnici specifici per adeguamenti statutari: ipotesi del doppio statuto.
 
Sulla garanzia dei ‘non controlli’ da parte delle Agenzie delle Entrate Regionali o delle Prefetture (per Enti con personalità giuridica) non ci ha tranquillizzato ieri neppure l’intervento del rappresentante delle Regioni presente al Tavolo, in questo caso la Regione Piemonte. Non tutte le Regioni stanno assumendo le indicazioni del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali appieno nella relazione con il Terzo Settore, anche se garantiscono al Ministero stesso di farlo.
 
La proposta perorata dal Forum TS di prendere in considerazione l’uscita rapida di un decreto legislativo che sancisse una proroga alla scadenza per legge del 3 agosto non è stata assunta: il sottosegretario Durigon (quindi il Governo) non ha presieduto il Consiglio di ieri e non ha quindi potuto prendere impegni in tal senso e peraltro il Consiglio dei Ministri tenutosi appunto in questi giorni sarebbe stata l’ultima occasione utile per andare su quella strada, data la tempistica di un decreto legislativo. Capitolo chiuso per l’eventuale spostamento della scadenza fissata al 2 agosto prossimo.
Questa proposta, avanzata da consiglieri del Forum in CNTS in accordo con gli altri della delegazione, era stata sostenuta da altri consiglieri nella seduta del CNTS del 4 giugno, tra cui ForumSad. 
Non è stata accettata dal Ministero del Lavoro e Politiche Sociali neppure la proposta sempre nata in seno Forum TS, di un Tavolo ad hoc sulla trasmigrazione al RUNTS per gestirla operativamente in maniera efficace, composto da Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, Ministero Interno (per questione prefetture), Regioni e Agenzia delle Entrate. Il DG Lombardi ha sostenuto che il confronto bilaterale con Regioni, Agenzia delle Entrate e Prefetture è sufficiente.
Quel Tavolo avrebbe potuto essere la sede per far parlare lo stesso Maeci sulle questioni ong con il Ministero del Lavoro.
Su quest’ultimo punto (le ex-ong 49) il DG Lombardi ha confermato che per il suo Ministero i contenuti della risposta al quesito del Forum sullo ‘status particolare’ delle ong ex L.49/87 è confermata. È giusto sapere che la DGCS MAECI o chi per lei (AICS?) non ha risposto alla proposta di un confronto diretto con la Direzione Generale Terzo Settore, a capo Lombardi.
Una lettera è pervenuta all’Ufficio Legale del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali) dall’Ufficio Legale MAECI (Cons. Soliman), in sostegno all’istanza di ‘eccezionalità’ nella trasmigrazione per lo status dei soggetti appunto osc ex-Ong L.49/87.

Serviva l’incontro tra DG per il confronto su posizioni/interpretazioni. Questo riporteremo come AOI, CINI e Link2007 a Luca Maestripieri, Direttore AICS ma anche vice Direttore DGCS.
 
Sulle questioni non chiare nel percorso immediato in scadenza il 2 agosto prossimo, il ForumTS e il DG Lombardi e suo staff stanno confrontandosi per avere chiarimenti sulla recente circolare: per AOI Fulvio Vicenzo è in stretto contatto con il Tavolo Tecnico Legislativo del Forum, avendo raccolto varie istanze da parte dei soci.
 
Questa nota, quindi, intende dare certezza a tutte le organizzazioni socie che non vi sarà proroga alla scadenza del 2 agosto prossimo per APS, ODV e ONLUS per procedere a revisioni statutarie in regime di facilitazione previsto e indicato dalla circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: dovrà avvenire comunicazione agli uffici delle Agenzie delle Entrate di competenza.

Chi intenderà procedere dopo quella data lo dovrà fare con assemblea straordinaria. Non si prevedono verifiche da parte delle Agenzie delle Entrate prima del mese di febbraio 2020.
 
Alle organizzazioni socie che hanno verificato, in base alla ceck list inoltrata sul mantenimento dei requisiti e gli adeguamenti, la possibilità di ricorrere all’assemblea ordinaria entro il 2 agosto prossimo, consigliamo di procedere.
 
Sempre a disposizione per chiarimenti e per attivare il servizio di consulenza e/o accompagnamento per le revisioni statutarie, inviamo cordiali saluti,
 
Chiara Luti

 

 

-- 

Segreteria AOI - Cooperazione e Solidarietà internazionale
Largo Camesena 16 - 00157 Roma
ong@ong.it