In Madagascar un vaccino può salvare la vita

12.03.2019 10:43

Fino a due mesi prima le risate riempivano la casa del pescatore Dada: fuori, su una delle famose spiagge assolate del Madagascar, suo figlio di quattro anni giocava a palla con i suoi due cugini più piccoli. Alcune settimane dopo tutti e tre i bambini erano morti, vittime della peggiore epidemia di morbillo sull’isola dell’oceano Indiano da decenni.

I casi di morbillo sono in aumento al livello globale, anche in paesi ricchi come gli Stati Uniti e la Germania, dove alcuni genitori evitano i vaccini salvavita a causa di false teorie che suggeriscono legami tra vaccinazioni infantili e autismo.

In Madagascar, uno dei paesi più poveri del mondo, i genitori cercano disperatamente di vaccinare i propri figli, molti percorrono faticosamente chilometri per arrivare agli ambulatori dove li somministrano. Ma le dosi non sono sufficienti, dice il ministero della salute, e tante persone sono troppo povere per poterseli permettere.

www.internazionale.it/notizie/lova-rabary/2019/03/11/madagascar-vaccino-morbillo