"Io non spengo nessun motore": così l'Italia processa chi salva vite umane

12.12.2019 10:52

 "È un dovere portare persone vive a terra. Potrebbero essere i miei figli": così, il 19 marzo 2019, Pietro Marrone risponde ai giornalisti dopo avere condotto in porto Mare Jonio, la nave della piattaforma Mediterranea carica di migranti. Da allora, il pescatore-comandante è stato messo sotto accusae la nave è sotto un sequestro. Il tutto è raccontato nel libro Non spengo nessun motore, edito da Solferino.

www.repubblica.it/solidarieta/immigrazione/2019/12/11/news/_io_non_spengo_nessun_motore_cosi_l_italia_processa_chi_salva_vite_umane-243155133