ITALIA: Una giornata al Baobab con chi aiuta i migranti

03.05.2019 12:56

Tutte le volte che vedo un uomo armato in uniforme il mio cervello da lucertola risponde con un brivido che mi attraversa gli arti. Non posso fare a meno di sobbalzare. Forse perché in Libia ogni incontro con un uomo armato, per quanto la sua divisa dica che lavora per il ministero dell’interno, è un’esperienza spiacevole, che ti macchia il cervello come un tatuaggio con linee spesse e scure.

www.internazionale.it/notizie/khalifa-abo-khraisse-2/2019/05/02/migranti-roma-baobab