La vita ai tempi dell’ebola nella Repubblica Democratica del Congo

11.02.2019 16:43

Prendete una malattia mortalmente contagiosa e diffusa in un’area circondata dalla giungla, dove dei gruppi armati si contendono il controllo di zone isolate. Aggiungete una popolazione sfinita da decenni di conflitti, che ha paura di chi arriva da fuori e guarda con sospetto gli occidentali avviluppati in tute protettive che installano accampamenti sanitari, dai quali parenti e amici spesso non escono vivi.

Non credo che si possa immaginare un luogo più complicato e pericoloso del nordest della Repubblica Democratica del Congo per curare un’epidemia di ebola.

www.internazionale.it/notizie/john-wessels/2019/02/08/ebola-repubblica-democratica-congo