Le cose che l'Italia può fare invece di chiudere i porti - di Annalisa Camilli di Internazionale

04.07.2017 10:27
Migranti soccorsi al largo delle coste libiche, il 27 giugno 2017. 

Il 2 luglio i ministri dell’interno di Italia, Germania e Francia si sono incontrati a Parigi insieme al commissario europeo Dimitri Avramopoulos per discutere delle nuove richieste italiane in materia d’immigrazione, che saranno presentate al vertice dei 27 ministri dell’interno dell’Unione europea a Tallin, in Estonia, il 6 e 7 luglio. Nel piano presentato, Roma ha chiesto agli altri paesi europei d’introdurre dei limiti per le organizzazioni non governative che soccorrono i migranti nel Mediterraneo centrale e più finanziamenti per affidare alla guardia costiera libica il pattugliamento delle coste del paese nordafricano da cui parte la maggior parte delle imbarcazioni di migranti dirette in Europa.

www.internazionale.it/bloc-notes/annalisa-camilli/2017/07/03/chiusura-porti-migranti