Libia, acqua e cibo nei centri di detenzione e assistenza per le famiglie sfollate

15.04.2019 12:21

La situazione a Tripoli resta drammatica per i civili coinvolti nel conflitto, che negli ultimi giorni ha colpito aree più densamente popolate. Sono migliaia gli sfollati fuggiti dalle aree a rischio e 1.300 migranti e rifugiati restano intrappolati nei centri di detenzione. Medici Senza Frontiere (MSF) continua a fornire assistenza nei centri e ha iniziato ad assistere anche famiglie libiche sfollate che sono state costrette a lasciare le loro case.  

www.repubblica.it/solidarieta/cooperazione/2019/04/12/news/libia_acqua_e_cibo_nei_centri_di_detenzione_e_assistenza_per_le_famiglie_sfollate-223881174/