Libia, rifugiati intrappolati senza via d'uscita: "Crudeli le politiche europee sull'immigrazione"

13.11.2018 16:39

Un anno dopo l’ondata d’indignazione mondiale provocata dalle scioccanti immagini della compravendita di esseri umani in Libia, Amnesty International ha denunciato che la situazione dei migranti e dei rifugiati in quel Paese rimane tetra e per alcuni aspetti è persino peggiorata. Le conclusioni rese note oggi dall'organizzazione umanitaria, in coincidenza con la conferenza internazionale sulla Libia, convocata a Palermo per trovare soluzioni alla paralisi politica nel Paese, mettono in evidenza come le politiche degli stati membri dell’Unione europea per fermare l’immigrazione e l’insufficienza dei posti messi a disposizione per il reinsediamento dei rifugiati continuino ad alimentare un ciclo di violenza, intrappolando migliaia di migranti e rifugiati all’interno dei centri di detenzione libici, in condizioni agghiaccianti.

www.repubblica.it/solidarieta/profughi/2018/11/12/news/libia_rifugiati_intrappolati_senza_via_d_uscita_crudeli_le_politiche_europee_sull_immigrazione_-211495849/