MIGRANTI: La situazione sulla nave Alan Kurdi è insostenibile

12.04.2019 13:36

Una donna di 23 anni incinta è stata trasferita d’urgenza nella notte tra il 10 e l’11 aprile. Si chiama Osumah e ha avuto un attacco epilettico, così il comandante della nave Alan Kurdi, dell’ong tedesca Sea-Eye, ha chiesto lo sbarco immediato e il ricovero della donna nigeriana. A suo marito invece è stato impedito di seguirla ed è rimasto a bordo insieme ad altre 62 persone, mentre la motovedetta maltese portava sulla terraferma la donna. Da otto giorni, i naufraghi soccorsi il 3 aprile dalla nave umanitaria sono bloccati al largo di Malta, in attesa che si concluda una trattativa tra il governo maltese e l’Unione europea per il ricollocamento dei profughi.

www.internazionale.it/bloc-notes/annalisa-camilli/2019/04/11/la-situazione-sulla-nave-alan-kurdi-e-insostenibile