Nel Mediterraneo chi fa ricerca e soccorso è allo stremo

22.01.2018 11:09

A poche settimane dall’inizio del nuovo anno, sono circa 200 le persone che hanno perso la vita nel Mediterraneo. L’ultima tragedia giovedì mattina, quando un neonato soccorso dall’organizzazione spagnola Proactiva Open Arms è morto nell’attesa di un trasporto sanitario d'urgenza. Nel frattempo, spiega Riccardo Gatti, direttore operativo dell’Ong, per le navi umanitarie impegnate in mare, la situazione è sempre più critica.