Oltremare News | 6 luglio 2018

10.07.2018 12:01
Bambini e ragazzi protagonisti questo mese su Oltremare:
guerre, fame, povertà distruggono i loro sogni.


La scuola è la loro ancora di salvezza, luogo privilegiato dove crescere e liberare la mente.
Educazione, tutela e inclusione: il nostro impegno parte da qui, perché le nuove generazioni di oggi sono il futuro dell’Umanità.
Visita il blog

Pace

 

Gaza, la tragedia della normalità e quell’infanzia negata

di Umberto De Giovannangeli

I bambini di Gaza: ostaggi, vittime, comunque incolpevoli. Cosa significa crescere in una prigione a cielo aperto. Le drammatiche testimonianze e l’impegno italiano

Leggi l'articolo
 

Pianeta

 

Salute: la prevenzione comincia da piccoli

di Emanuele Bompan

Nei Paesi meno ricchi i bambini sono i più esposti al rischio di malattie croniche non-trasmissibili

Leggi l'articolo

Persone

 

Swaziland, gli ambulatori itineranti per battere l’AIDS

di Vincenzo Giardina

Reportage dal Paese con il tasso di diffusione dell’hiv più elevato al mondo. Dove il governo, però, è riuscito a ottenere primi risultati puntando sulle terapie anti-retrovirali e l’accesso gratuito alle cure. Senza dimenticare gli orfani, affidati ai nonni e alle nonne perché i padri e le madri non ci sono più.

Leggi l'articolo
 

Prosperità

 

L’impegno contro il lavoro minorile: cosa possono fare le imprese nel quadro degli Obiettivi di sviluppo sostenibile e del Global compact.

di Gianfranco Belgrano

Secondo l’Ilo, l’Africa è la prima regione del mondo per numero di minori costretti a lavorare. Una situazione preoccupante rispetto alla quale un impegno coordinato di comunità internazionale, governi, società civile e imprese può dare però risposte decisive.

Leggi l'articolo
 
Redazionale di Giugno
di Vincenzo Viardina

Giugno, non solo in Italia, è il mese della fine della scuola. Salutati i maestri, alunni e genitori scelgono campi estivi, confidano in nonne babysitter, programmano mare o monti. Chi può. Perché, anche in Italia, dopo anni di crisi e malumori, le cose non stanno per tutti allo stesso modo... Continua a leggere