Per un Aiuto Pubblico allo Sviluppo sempre più efficace. Grazie alle OSC italiane per il contributo. Il messaggio della Portavoce AOI

12.05.2021 15:35

Roma, 12 maggio 2021

 

 

Ringrazio le tante organizzazioni socie della #ReteAOI e anche tutte le altre per il lavoro di progettazione condiviso e l’impegno per l’inclusione e la costruzione di partenariati efficaci che ha portato alla presentazione delle tante proposte al Bando OSC di AICS (Agenzia Italiana Cooperazione allo Sviluppo), i cui termini per la presentazione sono appena scaduti.

Nel mio ruolo di Portavoce AOI ho letto e raccolto in questi mesi di progettazione i contributi, le osservazioni, le preoccupazioni e le richieste del tessuto associativo. Ho condiviso queste occasioni importanti di ascolto con le colleghe e i colleghi che per molti mesi ci hanno rappresentato al tavolo di confronto delle rappresentanze sociali (OSC) con l’AICS e che ringrazio a nome di tutt*: accolgo lo stimolo a promuovere prima possibile un confronto interno alla #ReteAOI e con le altre rappresentanze per organizzare la redazione di un contributo autorevole ed efficace di valutazione del percorso delle nuove procedure avviato con questo bando. Allo scopo di migliorarle.

Occorre lavorare sempre e con convinzione per rafforzare l’efficacia dell’APS e in generale della cooperazione internazionale del nostro Paese e garantire la piena applicazione della L.125/2014. La strada maestra della coprogrammazione e della coprogettazione tra Pubbliche Amministrazioni ai vari livelli ed Enti di Terzo Settore è indicata dalla sentenza 131/2020 della Corte Costituzionale e la vogliamo rendere percorribile per tutti.

Grazie alle tante organizzazioni italiane che hanno voluto affrontare una scadenza progettuale con procedure impegnative. Lo avete fatto con il grande senso di responsabilità che contraddistingue la cooperazione allo sviluppo del mondo non profit italiano, nella convinzione di voler e poter contribuire ad un mondo più sostenibile, umano, socialmente giusto e pacifico. Grazie davvero!

 

Silvia Stilli, Portavoce AOI