“Potenziare il corpo umano”: quali sono i limiti dell’unione tra biologia e tecnologia - Futura Network

07.07.2022 15:32

Newsletter 6 luglio 2022

I trend tecnologici nel 2045, l’economia dei senior, donne e ambiente

In questo numero facciamo il punto sul dibattito in corso riguardante l’editing genetico, un processo controverso che fa nascere numerose questioni etiche. In Inghilterra, per esempio, sono stati avviati diversi progetti per studiare la mappatura di malattie genetiche in età infantile. Il focus è di Flavio Natale.
Nel nuovo appuntamento di C’è futuro e futuroMara Di Berardo, co-chair del Millennium project Italia, proietta i lettori nei possibili sviluppi tecnologici del 2045, definendo anche i legami tra intelligenza artificiale e diritti umani. Tra gli altri contenuti: Roberto Poli, presidente dell’Associazione dei futuristi italiani, sulla doppia desertificazione del Sud Italia; le opportunità della Silver economy e le strategie per migliorare la qualità di vita in un Paese sempre più senior; il rapporto Ocse sugli scenari dell’inquinamento da plastica al 2060; il ruolo significativo delle donne nella tutela dell’ambiente. Inoltre, la nostra agenda aggiornata e la rubrica Il futuro visto da ieri.
Buona lettura.

a cura di Andrea De Tommasi
 

Focus. “Potenziare il corpo umano”: quali sono i limiti dell’unione tra biologia e tecnologia?

Screening neonatale, editing genomico, esoscheletri, chip sottocutanei: queste alcune delle nuove frontiere dell’“hackeraggio” del mondo naturale. Mentre i tecno-ottimisti spingono verso il superamento dei confini, nascono numerose questioni etiche.

di Flavio Natale

 

Di Berardo: “Il 2045? Sfidiamo le rappresentazioni distopiche”

 
Mara Di Berardo, co-chair del Millennium Project Italia, ci conduce in un viaggio nel 2045, un mondo possibile in cui gli esseri umani e la tecnologia generano un'unione virtuosa tra mente e macchina.

a cura di Elis Viettone, montaggio e grafiche di Francesca Spinozzi
 
Notizie
Poli: “In Italia nel 2050 una persona ogni sette avrà 80 o più anni”

Il presidente dell’Afi risponde alle domande di Riparte l’Italia sui megatrend del futuro. Mutamenti demografici, megacity, clima le questioni più urgenti. Le priorità italiane riguardano la desertificazione, l’invecchiamento, il rinnovo delle Pa e gli asili.

La popolazione italiana invecchia, ma la silver economy offre nuove opportunità

La crescita degli anziani ha aperto una nuova frontiera, dice l’ultimo Quaderno di Itinerari previdenziali. È necessario tener conto delle esigenze degli over 65, ma anche valorizzare l’apporto che possono dare alla società.
di Andrea De Tommasi

Plastica: il doppio scenario dell’Ocse, tra timori e punti di svolta

Un’azione radicale per frenare la domanda, aumentare la durata dei prodotti e migliorare il riciclo. Oppure un accordo meno ambizioso e limitato ai Paesi Ocse. Ecco quanto costano e quali conseguenze avranno.
di Tommaso Tautonico

Donne più attive nella tutela dell’ambiente

Diverse ricerche lo dimostrano, ma il genere femminile è ancora poco coinvolto nei livelli decisionali.
di Annamaria Vicini, dal blog "Donne e futuro"
Il futuro visto da ieri
Verso la realizzazione del superuomo
Un articolo del 1958 di Fernand Criqui sulle scoperte scientifiche nel campo della manipolazione genetica. Tratto dagli archivi della rivista Sapere, attualmente pubblicata da Edizioni Dedalo.