QUESTA SETTIMANA: Prepariamoci a un mondo da 10 miliardi di persone

27.06.2019 16:50

Le nuove proiezioni dell’Onu ci dicono che la popolazione mondiale continuerà a crescere, almeno fino alla seconda metà del secolo. Come evitare che si determini una situazione esplosiva per l’umanità e per l’ambiente?

di Donato Speroni

Si è parlato molto della minaccia della plastica negli oceani, al punto che si stima che il peso di questo materiale disciolto nelle acque, se non si interverrà efficacemente, nel 2050 potrebbe superare quello dei pesci. Ora però si profila una nuova minaccia: la plastificazione delle coste. Il nuovo materiale si chiama plasticrust ed è stato scoperto sulle scogliere dell’isola di Madeira da un gruppo di ricercatori del Marine and Environmental Research Center (Mare) che lo ha segnalato sulla rivista Science of the total environment. Si presenta come una crosta bluastra, “simile a un vecchio chewingum spiaccicato su un marciapiede” e la sua estensione è in aumento, tanto da coprire ormai il 10 per cento delle rocce costiere dell’isola. Gli stessi ricercatori stanno ora studiando se il fenomeno si verifica anche altrove.

Ecco un’altra notizia che si aggiunge allo stillicidio quasi quotidiano delle informazioni sulla trasformazione del Pianeta indotte dall’opera dell’uomo, in questa era ormai comunemente denominata Antropocene. Molte di queste modificazioni sono iniziate quando la popolazione mondiale era composta da due o tre miliardi di persone. Che avverrà in futuro con una popolazione almeno tripla? [continua a leggere]

 
Il Tg dell'ASviS - Edizione del 27 giugno
27/6/2019 32ª p. | Il Giro d’Italia della Csr; turismo responsabile; sostenibilità e business
Il Giro d’Italia della Csr e dell’innovazione sociale. La parola ad Assia La Rosa, fondatrice di Laboriusa, Domingo Iudice, co-fondatore di Pescaria, Emanuela Fregonese, communications & branding manager Wärtsilä Italia e Gian Paolo Cesaretti, coordinatore gruppo di lavoro Goal 2; Cresce il settore del turismo responsabile per vacanze a basso impatto. Ai nostri microfoni Fabrizio Arosio, responsabile Servizio reti territoriali e ambientali Istat, Silvia Ombrellini, co-fondatrice e CEO di Ecobnb e Giorgio Giannella, presidente comitato Arci Teramo e Cda Coop comunità riscatto; il percorso delle imprese verso lo sviluppo sostenibile in Italia, ad Alta Sostenibilità, su Radio Radicale con Davide Ciferri, economista, segretariato ASviS, Marisa Parmigiani, direttrice della fondazione Unipolis, responsabile sostenibilità del gruppo Unipol e Roberto Sommella, direttore delle Relazioni esterne e rapporti istituzionali dell'autorità antitrust. Buona visione!

Al via la nuova edizione della Siena Summer School

La scuola, dedicata a fornire una formazione di alto profilo sui temi della sostenibilità in relazione all’Agenda 2030 dell’Onu, è organizzata dall’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (ASviS), in collaborazione con fondazione Enel, Leonardo, la Rete delle università per lo sviluppo sostenibile (Rus), Sustainable development solutions network Italia, Sustainable development solutions network Mediterraneo ed il Centro Santa Chiara Lab dell’Ateneo senese. Iscrizioni aperte fino al 30 giugno. Scopri di più!

Aperte le iscrizioni per la Milano Summer School sul benessere e la sostenibilità delle città

Dal 31 agosto al 7 settembre 2019 la summer school offrirà una formazione di alto livello sui temi della sostenibilità e del benessere, seguendo i 17 SDGs dell’Agenda 2030 dell’Onu e i 12 indicatori del Bes.
La scuola è organizzata dall’ASviS in collaborazione con Milano 2046 e con la partecipazione di otto università milanesi (Bicocca, Bocconi, Cattolica del Sacro Cuore, Humanitas, IULM, La Statale, Politecnico, San Raffaele) e la fondazione Eni Enrico Mattei. Iscrizioni aperte fino al 28 giugno. Scopri di più!