Turchia: resistenza culturale al COVID-19

24.03.2020 17:25

Il CoVid-19, che in turco diventa koronavirüs, ha spinto anche il governo turco a prendere misure restrittive: dal 16 marzo sono chiusi bar e locali notturni, discoteche, palestre; sono state vietate anche le preghiere collettive nelle moschee. Le università si sono subito attrezzate per le lezioni a distanza. Speciali congedi sono concessi per i dipendenti pubblici. E sono stati chiusi i voli con venti paesi. La situazione, come altrove, è in continuo aggiornamento e si teme per la salute di molti, considerate anche le condizioni diffuse di povertà e precarietà aggravate dalla crisi economica.

www.balcanicaucaso.org/aree/Turchia/Turchia-resistenza-culturale-al-COVID-19-200332