Un passo avanti per Welcoming Europe

30.11.2018 12:25

Riceviamo dall'Associazione ONG Italiane (AOI), di cui siamo soci e referenti a livello regionale, e volentieri pubblichiamo invitando a sottoscrivere questa iniziativa legislativa.

 

Cari amici,

vi invitiamo a contribuire a dare un impulso ulteriore alla campagna Welcoming Europe, cui AOI aderisce. Come già saprete, si tratta di un'Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE), uno strumento di democrazia partecipativa messo a disposizione dal Trattato sull'Unione Europea. Si tratta di una vera e propria iniziativa legislativa, che necessita di 1 milione di firme di cittadini europei da raccogliere entro febbraio 2019affinché il testo della proposta venga discusso dalla Commissione europea. 

 

Attualmente, come spiegato in questo video  siamo giunti a metà del percorso. Sono pochi i mesi rimasti per raccoglierne altrettante, quindi stiamo chiedendo il massimo dello sforzo possibile da parte di tutti coloro che ci vogliono aiutare! 

 

Cosa potete fare:

 

1) condividere sui social la petizione. Un esempio di post potrebbe essere:

Abbiamo raggiunto metà delle firme necessarie per l'Italia! 

 

Condividete i nostri contenuti e fate firmare i vostri amici su https://tinyurl.com/WEfirma

 

Non perdiamo quest'occasione per:

- dire basta alla criminalizzazione della solidarietà.

- creare canali di ingresso sicuri.

- garantire giustizia a tutte le vittime di abusi.

 

2) Organizzare banchetti di raccolta firme

 

Raccogliere le firme cartacee è semplicissimo: non sono previsti autenticatori né la certificazione delle firme. È sufficiente stampare il modulo (in allegato) e organizzare un tavolo, possibilmente in occasione di eventi, dibattiti, manifestazioni, presentazioni libri, spettacoli.

 

Ecco alcune raccomandazioni fondamentali per la compilazione dei moduli:

- il file del modulo va stampato su un unico foglio fronte/retro;

- il modulo va compilato in TUTTE le sue parti: in cima a ogni colonna è riportato l'elenco tassativo ed esaustivo dei dati;

- spesso le persone si dimenticano qualche dato (tipicamente l'autorità di rilascio del documento e la città di residenza, scrivendo solo la via), per cui vi consigliamo di compilare direttamente voi i dati lasciando al firmatario il solo compito di apporre la firma;

- la patente NON è valida come documento, sono accettati solo carta d'identità e passaporto;

- a chi è senza documento si può chiedere se ne conserva una copia sul telefono, altrimenti si consegna il volantino (in allegato il file) e si invita a firmare online;

- questo strumento è quasi sconosciuto alla maggior parte delle persone, quindi è fondamentale (a parte i contenuti che tutti possono leggere sul volantino) spiegare che non si tratta di una petizione o di un appello ma di un'INIZIATIVA LEGISLATIVA destinata alla Commissione Europea;

- i moduli completi vanno spediti a Radicali Italiani, Via Bargoni 32, 00153, Roma.

 

3) inviare una mail ai propri contatti invitando a firmare on-line, mettendo bene in evidenza il link

 

Questi i punti in sintesi (in allegato il testo depositato):

1) Decriminalizzazione dell'aiuto umanitario: oggi in 13 Paesi dell'UE si può ricevere sanzioni o addirittura essere sottoposti ad arresto se si offre del cibo, un riparo, un passaggio a un migrante irregolare.

2) Creazione di passaggi sicuri e legali per i rifugiati (corridoi umanitari) tramite sponsorship privata.

3) Garantire tutela legale a tutti i migranti che subiscono violazioni dei diritti fondamentali, a prescindere dal loro status giuridico, in particolare alle frontiere.

 

È possibile firmare online sul sito della campagna oppure su modulo cartaceo (in allegato). Le sottoscrizioni devono essere raccolte in almeno sette paesi dell'UE, in base a un sistema di "quote minime" calcolate per ogni Stato Membro in base al numero di deputati presenti al Parlamento Europeo. Per l'Italia, si tratta di 54750 firme.

 

Questi gli indirizzi di sito e social network, dove trovate ogni giorno contenuti da condividere e rilanciare per invitare a firmare l'Ice:

 

Facebook: facebook.com/welcomingeuropeIT

Twitter twitter.com/WelcomingEU_IT

 

--