UNO SPEZZINO NELLA "TERRA DEGLI UOMINI INTEGRI"

19.03.2018 15:07

Giorgio Pagano - Socio di Januaforum - intervista Luca Mozzachiodi - anche lui socio di Januaforum - sulla sua esperienza in Burkina Faso per conto di ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani)

La cosa che mi ha colpito di più è la popolazione in gran parte giovanissima -racconta Luca Mozzachiodi, funzionario dello Sportello Unico Attività Produttive del Comune della Spezia-, il suo dinamismo, la sua voglia di fare: tutto il contrario rispetto a come noi italiani immaginiamo l’Africa e ne parliamo”. Luca è appena tornato dal Burkina Faso, la “terra degli uomini integri”, dove ha svolto una missione per conto di Anci (l’Associazione Nazionale dei Comuni) secondo la metodologia “Funzionari senza Frontiere”, che ha nuovamente coinvolto il Comune capoluogo. La prima volta fu nel 2009, con Salvatore Calcagnini in Niger, nell’ambito del progetto, “pionieristico” per quei tempi, denominato “Municipi senza frontiere”: lo seguii per Anci, e da quell’esperienza nacque l’associazione “Funzionari senza Frontiere”, che ancora oggi presiedo. La metodologia prevede che i dipendenti dei Comuni italiani accompagnino i loro colleghi africani degli Stati dove stanno nascendo i Comuni (in Burkina Faso sono stati istituiti da appena dieci anni), per trasferire loro esperienze e competenze. Ma anche per essere arricchiti nello scambio reciproco: la metodologia è “formativa” per entrambi i partner.

Uno spezzino nella terra degli uomini integri.pdf (90828)