Internet è morto o sta “solo” morendo il web?

17.11.2022 15:10

Newsletter 16 novembre 2022

Governare l’immigrazione, Big tech in crisi, otto miliardi sul pianeta, l’altalena di Archimede, i danni della denutrizione, incontri alieni

Bentrovati. “Internet è morto o sta ‘solo’ morendo il web?”, si domanda Flavio Natale nel focus della settimana. Si assiste allo slittamento verso poche e selezionate piattaforme chiuse. E poi: l’accentramento di capitale nelle mani di alcuni “predatori apicali”. Un approccio catastrofista è quello per cui intelligenza artificiale, bot e oligarchi hanno quasi interamente preso il controllo di Internet. Di certo, nonostante le aspirazioni utopistiche e comunitarie, il web è già da tempo dipendente da logiche contrarie alla libera proliferazione dei contenuti.

Big Tech è in crisi. Grandi aziende come Meta, Google e Amazon hanno registrato enormi diminuzioni del loro valore di mercato. Twitter di proprietà di Elon Musk ha licenziato migliaia di dipendenti. Nella nuova puntata di C’è futuro e futuro, brevi video su temi di ampia prospettiva, Roberto Paura analizza cosa sta succedendo ai colossi digitali e spiega perché serve un nuovo modello economico che sganci Internet dalle grandi bolle speculative che emergono periodicamente e che hanno portato, soprattutto nel biennio della pandemia, i grandi leader high tech a diventare i miliardari più ricchi del mondo.

Da ieri, dice l’Onu, siamo otto miliardi di persone sulla Terra. E il 90% del prossimo miliardo, che si aggiungerà entro il2037, nascerà in Paesi a basso e medio reddito. Il pianeta può sostenere un tale numero? Cosa significa l’aumento demografico per la sostenibilità? Ne parliamo qui.

Nino Sergi, di InterSos e Link 2007, analizza come la migrazione possa essere governata uscendo dall’approccio emergenziale e propone una revisione del memorandum di intesa Italia - Libia. Affrontare la realtà migratoria concentrando l’attenzione sui soli arrivi via mare e sui trasferimenti per suddividere con altri Paesi europei i richiedenti protezione internazionale, è la sua analisi, significa non affrontare la materia nella sua complessità. Con Maddalena Binda scopriamo l’Altalena di Archimede: un impianto che sfrutta i cambiamenti della pressione dell’acqua, causati dal movimento delle onde, per produrre energia marina.

Infine: gli effetti di un’alimentazione insufficiente sulla crescita, in un articolo del 1969 tratto dalla rivista scientifica Sapere, e i nostri Viaggi nel futuro, che ci parlano di potenziali incontri ravvicinati con gli alieni.

Buona lettura.

a cura di Andrea De Tommasi
 

Focus. Internet è morto o sta "solo" morendo il web?

Proliferazione delle app, ottimizzazione dei motori di ricerca e teorie complottiste. Sulla sopravvivenza della rete come la conosciamo è in corso uno scontro su più fronti tra chi vuole dominarla e chi ne difende la libertà.

di Flavio Natale

 

Paura: "Big tech in crisi: non c'è internet senza pubblicità o finanza"

 
La bolla delle grandi piattaforme sta per scoppiare? E come si evolverà Internet? Secondo il presidente dell'Italian Institute for the Future, occorre un nuovo modello economico, indipendente dall’ambito finanziario, per slegare il web dalle grandi bolle speculative.

video di Elis Viettone, montaggio e grafiche di Francesca Spinozzi
 
Notizie
Governare l'immigrazione, non solo contrastarla: analisi e proposte

Un documento in due parti: “Per una immigrazione ordinata, regolare e sicura “ analizza il fenomeno nella sua complessità, mentre la seconda parte propone una revisione del memorandum di intesa Italia - Libia.

di Nino Sergi

Umanità in crescita ancora per 50 anni. Il prossimo miliardo nascerà nei Paesi più poveri

Documento dell’Onu in occasione del raggiungimento di quota otto miliardi. Tra il 1970 e il 2020 la popolazione umana è più che raddoppiata, mentre la fauna selvatica è diminuita di due terzi.

di Andrea De Tommasi

Transizione energetica: le opportunità offerte dal mare

I risultati ottenuti durante il periodo di sperimentazione dell’Altalena di Archimede dimostrano il ruolo che l’energia marina può avere nella fornitura di elettricità da fonti non inquinanti.

di Maddalena Binda

Il futuro visto da ieri
Alimentazione e apprendimento


L'alimentazione insufficiente o povera di proteine di un bimbo in tenera età ritarda lo sviluppo del suo cervello: così Heinz Eichenwald e Peggy Crooke Fry nel 1969 sulla rivista scientifica Sapere.
 
 
 
 
 
 
Viaggi nel futuro
di Donato Speroni
  • Energia dalla sabbia. La conservazione dell’energia prodotta in forma non continuativa dalle fonti rinnovabili è una delle più grandi sfide della transizione ecologica. Il problema è particolarmente avvertito alle latitudini più elevate, dove il sole d’inverno compare per poche ore al giorno o non compare del tutto. In Finlandia, la società Polar Night Energy ha sperimentato una soluzione, come riferisce la Bbc: le batterie a sabbia. Questo comunissimo materiale, se riscaldato oltre i 600° C, trattiene il calore per un tempo lunghissimo e lo può rilasciare sotto forma di energia elettrica. L’impianto di Vatajanoski, 270 chilometri a nordovest di Helsinki, è il primo che applica questo principio su scala commerciale.

  • Prepararsi all'incontro con gli alieni... Si chiama Seti (Search for Extraterrestrial Intelligence) Post Detection-Hub ed è una piattaforma promossa dalla Università St Andrews in Scozia per mettere insieme gli esperti incaricati di preparare l’umanità a un futuro contatto con intelligenze aliene. The Byte riporta la dichiarazione di John Elliott, coordinatore della piattaforma: “non basta analizzare le prove sulla esistenza degli alieni, dobbiamo considerare quale sarebbe la risposta della società umana”.

  • ...se non si sono suicidati tutti. Si chiama “il Grande filtro” la teoria elaborata da due ricercatori della Nasa, uno studente di liceo della California e un professore polacco di geopolitica, secondo la quale i fattori che minacciano la civiltà umana (guerre, pandemie, degrado dell’ambiente naturale) avrebbero provocato l’estinzione delle altre civiltà prima che fossero in grado di uscire dai limiti dei propri pianeti e incontrarsi. Ci sarebbe insomma un destino inesorabile che ha condannato alla estinzione gli alieni e che minaccia allo stesso modo il futuro dell’umanità.
 
Eventi
  • 18 novembre. Si svolge a Milano la terza edizione del Wine Tech Symposium intitolata "Connecting the dots". In agenda, talk su vendite dirette al consumatore ed ecosistemi digitali.
  • 18-19 novembre. Imprese, istituzioni, università e Terzo settore si incontrano all'Internet Governance Forum Italia presso la Camera di Commercio della Marche per parlare del futuro di Internet.
  • 21 novembre. Il convegno online "Il valore della persona nell'organizzazione resiliente", promosso da Cba, fornirà suggerimenti operativi da applicare nelle organizzazioni per affrontare la fase post crisi e intervenire nel lungo periodo.
  • 22 novembre. La seconda Conferenza nazionale delle comunità energetiche, realizzata dall'Italian Forum for Energy Communities (Ifec) in collaborazione con la Cattedra di Diritto dell'Energia del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università Federico II, rifletterà sullo sviluppo delle Cer e sui loro benefici ambientali, sociali ed economici.
  • 22 novembre. L'evento "Women4Digital", organizzato da Open Gate Italia con il patrocinio della Regione Lazio, racconterà esperienze di leadership femminili e discuterà delle sfide professionali in ambito tecnologico, delle cause delle disuguaglianze e delle possibili soluzioni.
 
Segui Futura su Twitter!
 
 
In questa newsletter settimanale vi proponiamo le ultime novità pubblicate sul portale futuranetwork.eu. Trattandosi di una piattaforma di discussione, vi invitiamo a intervenire con articoli, proposte, segnalazioni, scrivendo a info@futuranetwork.eu