Chi siamo

 
DIECI BUONE RAGIONI PER RILANCIARE IL TEMA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI E DELLA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO
IN REGIONE LIGURIA
 
1- Ridare centralità al tema delle relazioni internazionali come 'chance' di crescita economica, di investimento sociale e di scambio culturale.
    Le relazioni e le collaborazioni internazionali devono diventare un pezzo della nostra identità nazionale, e anche regionale, nei rapporti
    con il resto del mondo, innervando tutte le politiche regionali, uscendo così dall'angusto ambito dell'aiuto umanitario.
 
2- Giocare un ruolo responsabile nella Globalizzazione; Trattasi della credibilità dell'Europa e del nostro paese nei diversi livelli istituzionali
    oggi L'Europa e L'italia contano di meno a livello internazionale.
 
3- Trovare una nostra collocazione nel cambiamento geo-politico e geo-economico che stiamo vivendo.
 
4- Vivere la riva sud del Mediterraneo e l'Africa Sub Sahariana come risorse e chances per l'Italia e per la Liguria;
    Mediterraneo come luogo di intrecci e di opportunità -  Africa come luoghi dove investire e non solo sponda di immigrazione
 
5- Far partire un 'Cervello regionale' che costruisca un'idea strategica e che metta insieme le risorse 
    Il nostro Deficit non sta solo nella carenza di risorse ma anche nell'assenza di idee,
   Chiudere e/o ridimensionare il canale finanziario della Cooperazione vuol dire soprattutto chiudere un 'spazio di partecipazione' fondamentale;
   Costruire una nostra visione di insieme non ci relega a essere residuali nè tantomeno a essere diretti da altri. 
 
6- Non fare Cooperazione Internazionale ci fa risparmiare quasi nulla (poche centinaia di migliaia di euro in Liguria)
    e ci costa moltissimo in termini di danno di immagine e nella poca capacità di collegarci con tanti paesi.
 
7- Non Mollare sulla Cooperazione Int.le, un esempio: la Germania oggi si trova nella felice situazione che per ogni
   euro investito nella Cooperazione gliene ritorna 1,20 - ciò dimostra che occorre uscire dalla logica ristretta e antiquata della
   Cooperazione come dono per entrare in una logica di scambio inteso nella maniera più larga possibile.
   Nessun paese dell'Ocse in questi anni ha tagliato quanto noi, mantenendo così un'importante presenza in vari teatri int.li
 
8- Ripartire in Liguria dando priorità ai paesi di più forte immigrazione verso di noi, e cioè dal Mediterraneo arabo, dall'Africa Sub sahariana
    e dall'America Latina.
 
9- Uscire dall'idea che la Cooperazione Internazionale non abbia consenso nella cittadinanza italiana e quindi nell'elettorato; una indagine di
  Eurobarometro 2011 dimostra che il 64% degli italiani è favorevole all'aumento dei fondi alla Cooperazione Int.
 
10- L'idea di un mondo diviso in due, da una parte i ricchi e dall'altra i poveri (il Nord e il Sud del Mondo) è entrata in crisi; oggi c'è molto Sud nel Nord
  e più Nord nel Sud; ormai la lotta alla povertà è la missione di tutti con tutti.

Chi siamo

JANUAFORUM INIZIATIVA LIGURE PER LA PROMOZIONE DI PARTNERSHIPS INTERNAZIONALI

14.01.2016 11:45
Sono circa vent’anni che a livello regionale ci si è dati una legislazione specifica per promuovere la Solidarietà Internazionale, la Cooperazione Decentrata allo Sviluppo e gli interventi per il rafforzamento della pace nel mondo. Dobbiamo prendere atto che sia l’iniziativa...