IL NUOVO PIANO EUROPEO PER GLI INVESTIMENTI ESTERNI - L’INIZIATIVA IMPRENDITORIALE IN AFRICA E NEL MEDITERRANEO

05.01.2018 16:05

 

 Roma, Martedì 16 Gennaio 2018, Palazzo della Farnesina

Sala Conferenze Internazionali. Ore 14.30 - 18.30

 

La Conferenza evidenzierà e approfondirà le possibilità di attrazione degli investimenti privati per uno sviluppo più inclusivo e sostenibile in Africa e nel Mediterraneo, compresi i paesi fragili, con particolare riferimento al nuovo Piano Europeo per gli Investimenti esterni, al relativo Fondo europeo per lo sviluppo sostenibile, all’offerta delle Garanzie a copertura del rischio, all’assistenza tecnica, alla promozione di contesti favorevoli agli investimenti e, più in generale, al sostegno finanziario europeo e nazionale nelle diverse forme (blending).

 

Il Piano europeo per gli investimenti esterni propone, nel solco dell’Agenda 2030, strategie di sviluppo sostenibile e partenariati innovativi con i paesi dell’Africa sub sahariana e del Vicinato europeo, stimolando investimenti per una crescita economica che generi occupazione dignitosa e stabile, benessere sociale diffuso, contribuendo al contempo a superare le cause profonde della migrazione irregolare. Per il triennio 2018-20120 il Piano rende disponibili finanziamenti e garanzie per 4,1 miliardi al fine di generare investimenti per un valore presumibile di 44 miliardi. E’ previsto un suo ampliamento nel prossimo bilancio Ue (2020-2026), con disponibilità di strumenti finanziari che potrebbero essere fino a dieci volte superiori. Il framework integra istituzioni pubbliche e settore privato, investitori pubblici e privati, con attenzione alle riforme necessarie per combattere gli ostacoli al sano sviluppo dell’imprenditoria e della governance economica. Nel primo semestre 2018 saranno individuati progetti di potenziali investitori (europei, africani, mediterranei) sui temi prioritari definiti: energie rinnovabili, digitalizzazione, Pmi e accesso al credito, agribusiness, grandi città.

 

Se non già registrati, PER PARTECIPARE ALLA CONFERENZA REGISTRARSI QUI

 

PROGRAMMA


13,30 Registrazione
14,00 Inizio dei lavori

 

IL SISTEMA PAESE E GLI INVESTIMENTI IN AFRICA E NEL MEDITERRANEO PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE. 
Carlo Calenda, Ministro dello Sviluppo Economico, Mario Giro, Viceministro degli Affari Esteri con delega alla Cooperazione allo sviluppo, Paolo Dieci, Presidente di LINK 2007.

 

GLI INVESTIMENTI E GLI STRUMENTI NELL’AMBITO DELLE POLITICHE DI COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO.
Il ruolo delle istituzioni coinvolte - Gli strumenti per attrarre capitali privati per lo sviluppo sostenibile - Il blending nelle varie articolazioni nazionali ed europee.
Roberto Ridolfi, già Direttore Crescita Sostenibile e Sviluppo, DG Sviluppo, Commissione Europea
Luca Maestripieri, Vice Direttore Generale, DG Cooperazione allo Sviluppo, MAECI
Laura Frigenti, Direttrice, Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo
Antonella Baldino, Chief Business Officer, Cassa Depositi e Prestiti
Salvatore Rebecchini, Presidente, SIMEST

 

INVESTIMENTI RESPONSABILI E SOSTENIBILI 
Investimenti responsabili, formazione del capitale umano, sostenibilità - Coinvolgimento e partecipazione delle comunità e istituzioni locali - Partenariati per lo sviluppo sostenibile.
Letizia Moratti, Presidente, E4Impact* e Alberto Piatti, Vicepresidente Esecutivo, Impresa responsabile e sostenibile, ENI

 

INVESTIRE IN AFRICA E NEL MEDITERRANEO NEL QUADRO DEL PIANO EUROPEO PER GLI INVESTIMENTI ESTERNI
Strategia e priorità dell’UE - Il ruolo di indirizzo e coordinamento della Commissione Qualità degli investimenti, risultati attesi, valutazioni di impatto - Le imprese italiane, lo spirito e l’iniziativa imprenditoriale per gli investimenti - La partnership pubblico-privato e profit-non profit.
Stefano Manservisi, Direttore Generale, DG Sviluppo e Cooperazione internazionale, CE e Vincenzo De Luca, DG, Direzione Generale Sistema Paese, MAECI, ne parlano con ConfindustriaConfagricoltura, Alleanza delle Cooperative italiane, alcune rilevanti imprese e autorevoli soggetti della cooperazione.

 

CONCLUSIONI e indicazioni sui seguiti: Elisabetta Belloni, Segretario Generale della Farnesina, Mario Giro, Viceministro per la Cooperazione allo sviluppo, Paolo Dieci, Presidente di Link 2007.

 

18,30 Fine dei lavori

 

 

Organizzazione“LINK 2007 – COOPERAZIONE IN RETE”,